Capire come il sesso influisca sul cervello può migliorare i momenti di intimità e può anche far luce su altri aspetti della salute: a spiegarlo è Barry R. Komisaruk, illustre professore di psicologia alla Rutgers University di Newark, nel New Jersey, che proprio a ridosso della festa di San Valentino ha pubblicato i risultati della sua ricerca, elencando gli 8 effetti del sesso sul cervello umano.

Il soggetto non è tra i più facili da studiare, visto che i test si svolgono all’interno dei macchinari per la risonanza magnetica, ma la tecnologia è in via di sviluppo e gli scienziati stanno iniziando a svelare il mistero del sesso. Ecco quello che hanno scoperto finora.

  1. Il sesso è come una droga. Ci fa sentire bene. Ecco perché vogliamo farlo e passiamo così tanto tempo a caccia di compagni. Il piacere che otteniamo dal sesso è in gran parte merito del rilascio di dopamina, un neurotrasmettitore che attiva il centro che percepisce la ricompensa nel cervello. “Prendendo cocaina e facendo sesso non ci si sente esattamente nella stessa maniera, ma ci sono regioni comuni del cervello che vengono coinvolte“, ha spiegato il dottor Timothy Fong, professore associato di psichiatria alla David Geffen School of Medicine dell’Ucla. Caffeina, nicotina e cioccolato solleticano tutte il centro della ricompensa, ha confermato Komisaruk.
  2. Il sesso può agire come un antidepressivo. Uno studio dall’università di Albany, effettuato nel 2002 su 300 donne, ha rilevato che chi aveva avuto rapporti sessuali senza preservativo riferiva sintomi minori di depressione rispetto a chi aveva fatto uso del preservativo. I ricercatori hanno ipotizzato che vari composti dello sperma, tra cui estrogeni e prostaglandine, abbiano proprietà antidepressive, che vengono assimilate dal corpo dopo il sesso. Del resto l’umore è influenzato dall’uso del preservativo, che però resta l’unico modo per prevenire le malattie sessualmente trasmissibili.
  3. Il sesso può (a volte) essere uno svantaggio. Le sostanze chimiche che fanno star bene sono al massimo durante l’atto, ma dopo? Secondo i ricercatori esiste una specie di blues post-sesso (termine tecnico: disforia post-coitale). Circa un terzo delle donne che hanno partecipato a uno studio al riguardo ha riferito di aver sperimentato un senso di tristezza dopo il sesso. I ricercatori non hanno ancora saputo spiegare l’effetto, che potrebbe essere collegato a sentimenti e rimpianti.
  4. Il sesso allevia il dolore. Non evitate il sesso quando avete mal di testa: la ricerca mostra come possa alleviarne i sintomi. Per uno studio tedesco del 2013, il 60 per cento dei partecipanti che aveva emicrania e il 30 per cento di chi soffre di cefalea a grappolo, dopo un rapporto ha riferito uno sgravio parziale o totale del dolore. Altri studi hanno dimostrato come le donne che hanno stimolato la zona erogena del punto G hanno avuto un aumento della soglia del dolore. “Per loro ci sono voluti più stimoli dolorosi“, ha detto Beverly Whipple, professore emerito presso la Rutgers University, che ha condotto alcune ricerche sul tema.
  5. Il sesso può cancellare la memoria. Ogni anno, meno di 7 persone su 100.000 vivono l’esperienza dell’amnesia transitoria globale, una temporanea perdita di memoria che non può essere attribuita a qualsiasi altra condizione neurologica. La condizione, in generale, può essere causata da sesso vigoroso, così come dallo stress emotivo, dal dolore, da procedure mediche e dal passaggio in acqua troppo calda o fredda. La dimenticanza può durare pochi minuti o poche ore. Durante l’episodio, una persona non può formare nuovi ricordi o ricordare eventi molto recenti.
  6. Il sesso può aumentare la memoria. Almeno se sei un roditore: uno studio del 2010 ha rilevato che, rispetto ai ratti che lo hanno fatto una sola notte, i roditori impegnati in rapporti sessuali continui (una volta al giorno per 14 giorni consecutivi) hanno subito un aumento dei neuroni nell’ippocampo, una regione del cervello associata con memoria. Resta da vedere se il sesso regolare abbia questo effetto anche sugli esseri umani.
  7. Il sesso calma. Lo stesso studio che collegava il sesso frequente al miglioramento della memoria nei ratti ha riscontrato che i topi erano anche meno stressati. Stavolta funziona anche per gli esseri umani. Uno studio ha scoperto che le persone che aveva appena avuto un rapporto sessuale davano risposte più efficaci a situazioni stressanti: il sesso, infatti, abbassa la pressione del sangue.
  8. Il sesso dà sonnolenza. Sono gli uomini a essere più propensi al sonno dopo il sesso, e gli scienziati pensano di sapere il perché: la parte del cervello nota come corteccia prefrontale si calma dopo l’eiaculazione. Questo, insieme al rilascio di ossitocina e serotonina, può spiegare il famigerato crollo maschile.