Sposarsi in autunno una follia? Pare proprio di no. Molte future coppie preferiscono rinunciare alla canicola estiva, e al più classico matrimonio primaverile, in favore della romantica stagione autunnale. Un {#matrimonio} in autunno è una cerimonia che si affida alla clemenza del tempo, non più afoso e soffocante, ma deliziosamente temperato. Il sole splende ancora alto nel cielo e festeggiare all’aperto è una certezza, senza paura che il trucco coli o la piega non tenga a causa dell’umidità estiva o delle bizze primaverili.

Galleria di immagini: Abiti da sposa per l'autunno

Ogni dettaglio degli arredi e dei decori deve rimandare alla stagione, colori caldi e rassicuranti e particolari per un’atmosfera country chic. Tessuti leggeri come il lino ma dalle tonalità morbide come il nocciola, il ruggine, il cioccolato, l’avorio, il beige per la tavola delle feste. Piatti in gres o in stoneware dalle forme delicatamente shabby chic, nei toni del bianco, rosa antico, lilla, tortora, verde oliva, beige, grigio sasso, accompagnati da calici e posate eleganti. Particolari importanti legati alla stagione: foglie, fiori settembrini, frutta e candele profumate. Il menù poi dovrà presentare i doni dell’autunno con cibi semplici ma gustosi, magari affidandovi a un catering e a un’organizzazione attenta alla cura dei particolari. Cibo biologico acquistato nella filiera di zona, per sposare anche il concetto di un matrimonio a impatto zero.

Per l’abito da sposa c’è solo l’imbarazzo della scelta, gli stilisti hanno già anticipato le proposte autunno-inverno e imperano eleganza, morbidezza, sobrietà e pulizia. Ispirati forse dai matrimoni dell’anno, del Principe William e Kate Middleton e del Principe Alberto e Charlene Wittstock, hanno optato per abiti classici, dalle linee minimal e rassicuranti. Ritorno del pizzo, macramè e merletto accostato a tessuti dal taglio impalpabile e non fasciante, per la libertà di movimento.

Ai colori come sempre classici, quali bianco avorio e panna, si accosta un accenno di grigio perla di Vera Wang e un accenno di rosa cipria. Pochi dettagli ma preziosi incorniciano l’abito dei sogni, rose e fiori di stoffa sapientemente ricreati, oppure balze soffici e fiocchi essenziali. Una cura che si completa con lo strascico, dal formato contenuto, e dal velo, non eccessivo e sobriamente presente a valorizzare il viso.

A rammentare che siamo in autunno il bouquet: di foglie, frutti e fiori dai toni caldi e puliti, e le acconciature che dovranno assecondare lo stile dell’abito. Consigliati piccoli elementi delicati come un rametto decorativo tra i capelli, fiorellini di stagione, un piccolo cameo al collo, oppure un trucco semplice che valorizzi i lineamenti.

La sposa d’autunno è una donna che punta all’eleganza vintage, dal gusto un po’ retrò dove una fascia di seta rosa cipria tra i capelli potrebbe non stonare oppure un paio di orecchini di perla e una pettinatura anni ’60 ne potrebbero esaltare la perfezione dell’insieme. Se poi al gioco partecipassero anche damigelle e testimoni, indossando abiti e particolari dalle nuance morbide come il beige, il nocciola e il biscotto, la morbidezza dei toni creerebbe una cerimonia sofisticata ma avvolgente.