Recentemente Sky Movies e InStyle Magazine hanno stilato una classifica degli abiti più belli mai visti nei film, entrati nella storia per la loro raffinatezza e diventati un simbolo della moda per la loro eleganza. Alcune dive che li indossavano sono diventate delle vere e proprio icone della moda, alle quali ancora oggi, a distanza di moltissimi anni, ci si ispira. Ecco allora quali sono questi magnifici abiti:

L’abito per eccellenza che è entrato nella storia è sicuramente il tubino nero di Givenchy indossato da Audrey Hepburn in “Colazione da Tiffany”. Abbinato ai lunghi guanti neri e alla collana di perle, il look non ha mai smesso di incantare e ancora oggi la diva viene considerata come un’icona di stile e di eleganza nel mondo della moda.

Galleria di immagini: Gli abiti più belli di sempre

Parlando di dive del passato che hanno lasciato il segno, come non citare poi Marylin Monroe, anche lei entrata nella leggenda per la scena, diventata poi un’icona del cinema, nel film “Quando la moglie è in vacanza”, diretto da Billy Wilder. Nel film Marilyn interpreta la ragazza dell’appartamento di sopra e camminando per la strada le si alza il vestito bianco a causa dell’aria proveniente dalla metropolitana che fuoriesce da una griglia. L’abito è stato creato dal costumista statunitense William Travilla.

Avvicinandoci ai giorni nostri troviamo poi Olivia Newton John nel film “Grease”, musical per eccellenza che ancora oggi non smette di attirare moltissime persone con rappresentazioni teatrali. Nel film l’attrice interpreta Sandy, e il look che si aggiudica un posto nella classifica tra i più belli nella storia è al finale, quando la diva canta e balla al luna park con il suo amato Danny Zuco indossando dei pantaloni neri attillatissimi, che potrebbero essere gli antenati dei nostri leggings, corpetto nero e zoccoli rossi.

Rientra nella classifica anche il vestito indossato da Kate Winslet in “Titanic“, a partire dalla cena fino alla festa in cui Rose balla con Jack. Rosso e nero con decorazioni in oro lungo tutto l’abito abbinato a un paio di lunghi guanti bianchi, ancora oggi viene riprodotto da moltissime case di moda.

In seguito, troviamo anche il mini abito ultra brillantinato indossato da Nicole Kidman in “Moulin Rouge”, in cui interpreta la bella Satine, nella scena in cui si dondola sull’altalena con guanti di pelle nera e cilindro nero.

Anche il look di Liza Minnelli nel film “Cabaret” si aggiudica una posizione nella classifica, in total black con gilet, pantaloncino corto, collant, reggicalze e immancabile bombetta.

Il maestoso abito rosso indossato da Vivian Leigh in “Via col vento” merita un posto tra gli abiti da ricordare, anche se tutti i vestiti indossati all’interno del film sono meritevoli di essere ricordati.

Rosso è anche l’abito indossato da Cate Blanchett in “The golden age”, dove interpreta la regina Elisabetta I. In ogni caso, tutti i costumi di scena sono esagerati sia in particolarità che in bellezza, ma perfetti da adattare alla figura di una regina.

Diane Keaton nella pellicola “Io e Annie” di Woody Allen indossa pantaloni, gilet e cravatta che sono passati alla storia e hanno convinto molte donne a osare un look maschile, fuori dai canoni di bellezza ed eleganza femminile.

Anche la diva Keira Knightley entra in classifica con il semplice ma ambito abito verde disegnato da Jaqueline Durran e indossato nel film “Espiazione” in cui interpreta Cecilia Tallis.

Altri vestiti che si avvicinano alle prime posizioni della classifica degli abiti indimenticabili sono poi l’abito bianco tutto in pizzo indossato sempre dalla splendida Audrey Hepburn in “My Fair Lady”, il bikini bianco portato da Ursula Andress in “007- Licenza di uccidere”, l’abito dorato indossato da Kate Hudson in “Come farsi lasciare in 10 giorni” e l’abito da sposa creato da Vivienne Westwood indossato da Sarah Jessica Parker nel primo “Sex and the City”.