Le relazioni che si basano non solo sull’affinità fisica, ma anche su quella mentale, sono decisamente le più stimolanti. Scherzare con il partner e potersi cimentare in complicate conversazioni basate su ironia e sarcasmo non può che rafforzare la complicità nella coppia.

Ci sono, tuttavia, determinati argomenti, particolarmente sensibili, su cui sarebbe bene evitare di giocare con il partner. Specialmente quando si ha a che fare con gli uomini italiani, infatti, vale la pena di riarrangiare il detto: “Scherza con i fanti ma lascia stare… la mamma”.

Specialmente nelle coppie non navigate o in quelle nelle quali non si è raggiunto un certo livello di confidenza, infatti, vanno tenuti presenti alcuni argomenti delicati sui quali è meglio che la donna eviti ironia o battute, per non apparire subito antipatica agli occhi del partner. Al primo posto, nemmeno a dirlo, c’è la madre.

Sulla mamma, del resto, un uomo si sente libero di dire quello che pensa ma una donna, specie se appena conosciuta, non può certo decidere di fare battute sull’argomento. Questo perché, secondo gli esperti, ironizzare sull’argomento potrebbe far prevedere conflitti futuri che per lui non sono certo allettanti.

In secondo luogo, sarebbe bene sorvolare sull’argomento calvizie o pancetta. Le donne sono le prime a essere particolarmente permalose sul tema dell’aspetto fisico e, quindi, dovrebbero usare la stessa delicatezza che richiedono agli uomini in materia. Anche se non lo danno a vedere, anche gli uomini, ai segni di una minimo difetto fisico, vanno facilmente in crisi, per questo scherzare su difettucci anche insignificanti sarebbe un gigantesco autogol.

Infine, è bene contare fino a dieci ed evitare sempre di parlare dello stipendo e, più in generale, dei soldi. Anche qui è forte la tradizione tutta italiana che porta l’uomo a vedere i soldi come una proiezione della propria mascolinità. L’idea di avere a che fare con una donna che guadagna quanto o più di lui può, quindi, essere un grande freno all’attrazione fisica.