Gli asessuali sono un esercito, l’1% della popolazione mondiale. Se i cittadini del mondo sono 7miliardi, quindi gli asessuali sarebbero circa 7 milioni. 7.000.000 di persone che non hanno interesse al sesso e si diversificano da qualunque altra etichetta sessuale sia mai stata data dalla società.

Tra gli asessuali ci sono anche dei nomi famosi, come Tim Gunn e Nicky Minaj, e si pensa anche a Stephen Morrissey, che non è che non sia interessato al sesso, bensì “l’ultimo dei famosi playboy internazionali” è molto riservato sulla sua vita privata e non vuole rientrare nelle suddette etichette, anche perché poco hanno a che vedere con la sua musica dagli Smiths alla carriera solista.

Non si tratta di un sacrificio né di una scelta: gli asessuali semplicemente non provano desiderio o piacere nel sesso, distinguendosi sia dai casti che da coloro che per questioni mediche hanno problemi a provare piacere. Un ricercatore ha spiegato a The Guardian:

«In teoria l’assenza di desiderio sessuale non dovrebbe essere un problema, ma in questi tempi moderni dove il sesso è (quasi) tutto, lo può diventare.»

Gli asessuali si incontrano su AVEN (Asexual Visibility and Education Network), dove si possono leggere le loro esperienze e le difficoltà a vivere in un mondo in cui le istanze sessuali sono presenti persino negli spot pubblicitari. Il fenomeno si concretizza di solito durante l’adolescenza, quando si hanno i primi approcci con il sesso, sebbene alcuni affermino di essere asessuati dalla nascita.

Fonte: Libero.