Quando siamo alla ricerca di un lavoro, spesso ci troviamo di fronte ad alcune offerte tra le quali non è sempre facile scegliere. Ognuno ha i suoi motivi per mettersi alla ricerca di un nuovo impiego e possono variare dalla necessità di un posto stabile all’aspirazione di un avanzamento di carriera.

Ci sono alcuni aspetti di cui tenere conto per individuare l’offerta che più farà al nostro caso. A questo proposito gli esperti di risorse umane propongono una serie di criteri valutativi da utilizzare per centrare il proprio obiettivo personale. Vediamo insieme quali sono.

Partiamo con la prima domanda che dovremo porci: quanto sarà conveniente? Andrà valutato lo stipendio promesso in base alle proprie esperienze e qualifiche. In questo senso sarà utile effettuare una ricerca per individuare simili figure lavorative e confrontarne le retribuzioni. In caso non fossimo soddisfatti e avessimo buone motivazioni per farlo, possiamo provare a domandare un compenso maggiore, almeno nell’ordine del 25%.

Valutare la differenza tra le responsabilità connesse alla posizione che andremmo a occupare e quella del responsabile del nostro settore. Se c’è sufficiente distanza starà a significare che nell’azienda esistono margini di crescita, quindi di avanzamento professionale.

Nel decidere tra questa o quell’offerta occorre tenere conto anche di quanto inciderà sul Curriculum Vitae. Il ruolo e le responsabilità da assumere dovrebbero aprire verso nuove sfide e obiettivi, oltre ad aggiungere rilievo al proprio CV e rappresentare una conquista importante in chiave lavorativa.

Molto personale il discorso riguardo a un possibile trasferimento. È un passo importante, che dev’essere deciso con lucidità e serenità. Soprattutto, se nella propria scala di priorità la famiglia e l’attuale città di residenza occupano una posizione primaria è giusto rinunciare, anche in caso di lavoro migliore e con maggiore retribuzione.

Qualora l’offerta venga da un marchio di prestigio non può essere ignorata. Sarà certamente più difficile cominciare con ruoli di grande responsabilità rispetto a quanto potrebbe esserlo entrando in una piccola o media impresa, ma i vantaggi in termini di rilevanza nel proprio curriculum saranno indubbi. Oltre a questo, lavorare in team all’interno di una grande azienda potrà sempre fornire esperienza utile per il futuro.

Su tutti però il consiglio principale è di valutare quanto interessante sarà il nuovo lavoro. Scegliere un impiego che non piace o che non soddisfa professionalmente renderà sicuramente la propria vita lavorativa più difficile e stressante. Meglio non andare troppo contro le personali aspirazioni. Valutato questo, i criteri fin’ora elencati saranno certamente d’aiuto nel decidere su quale offerta puntare.