Che le separazioni abbiano effetti pesanti e senza dubbio spiacevoli sulla pische è cosa assodata e condivisa, che però anche il corpo subisca il colpo manifestando precisi sintomi e fastidi non può certo non stupire.

Secondo un articolo pubblicato su Cosmopolitan, infatti, quando una storia finisce il nostro fisico inizia a presentare i primi sintomi di quella che appare come una vera e propria malattia.

Si comincia dalla pelle del viso, notoriamente molto sensibile è quindi facilmente infiammabile, che tende a disidratarsi facilitando così la comparsa delle impurità. Si deve poi tener conto che se si piange, cosa molto probabile quando si vive una separazione, borse e occhiaie si accentuano.

Si sa poi che quando noi donne siamo nervose la prima a risentirne è la nostra alimentazione: o perdiamo del tutto l’appetito o ci rifugiamo nel cibo consolatorio, tendendo perciò a perdere o prendere peso.

Dopo una rottura, inoltre, la sindrome premestruale può essere più intensa, aumentando in maniera proporzionale gli sbalzi d’umore.

Anche l’apparato digerente risente della tensione provocata dalla situazione, è quindi abbastanza normale avere nausea, dolori di stomaco o gonfiore.

Ma, fortunatamente, esistono validi rimedi per ciascuno di questi spiacevoli fastidi.

Per quanto riguarda la pelle non dimenticate di usare prodotti a base di vitamina C, rosa e camomilla. Contro le impurità, invece, potete ricorrere ad una maschera esfoliante, che oltre a mandare via i punti neri vi donerà anche una pelle più luminosa. Per alleviare i segni sotto gli occhi, poi, bastano due semplici bustine di the verde che ristabilendo la circolazione aiutano a ridurre il gonfiore.

Se avete perso l’appetito cercate di fare piccoli spuntini, evitando così il digiuno che aumenta lo stress, e prendete nota del vostro ciclo, così da poter meglio individuare la sindrome premestruale. Cercate inoltre di non mangiare troppi cibi che notoriamente complicano la digestione, ossia quelli che contengono molti grassi, zuccheri e lieviti. Per quanto riguarda gli alcolici evitate il vino che sembra stimolare la depressione.

L’ultimo consiglio è del tutto personale: prendetevi cura di voi e coccolatevi.