E’ difficile, spesso, rendersi conto di quanti effetti abbiano avuto i social networks sulle nostre vite. Ormai si è talmente abituati ad essi e alla loro presenza che probabilmente l’effetto più devastante sarebbe, paradossalmente, proprio la loro assenza.

Non si tratta di demonizzare il mezzo: i lati positivi e i vantaggi che i social ci offrono sono molteplici, nessuno ha intenzione alcuna di negarli. Più veloci dell’informazione tradizionale nel diffondere news, ottimo supporto per campagne informative e per sostenere cause, veicoli per far conoscere argomenti e tematiche che altrimenti sarebbero accantonate.. I social, al contrario, sono un fonte inesauribile di risorse ormai imprescindibili.

Se invece passiamo sul fronte dei lati negativi, presenti anch’essi come per qualsiasi altro fenomeno, ci rendiamo conto che la pecca più grave dei social è che potrebbero incidere negativamente dal punto di vista strettamente connesso con la qualità delle relazioni umane. Se è vero che i social amplificano tutto all’ennesima potenza, è vero anche che essi possono creare una sorta di dipendenza e di alienazione: si avverte l’impulso irrefrenabile di controllare sempre il proprio profilo e quello degli altri, si tende a costruire una vita virtuale illusoriamente più soddisfacente rispetto a quella reale. Con effetti devastanti, in entrambi i casi.

Se parliamo di relazioni sociali poi, fra le prime ad essere colpite dagli effetti negativi dei social sono proprio le coppie: i social diventano motivo di litigio, mezzo che fa aumentare le possibilità di “tentazioni” e conseguenti tradimenti, un veicolo potenzialmente molto nocivo. Il tempo che si trascorre connessi, ad esempio, potrebbe essere sfruttato stando con il proprio partner; il tempo che si passa a scattar foto da condividere potrebbe essere rimpiazzato godendosi ogni singolo istante e scolpirlo dentro di noi anziché fissarlo in un’immagine statica.

Un altro aspetto preso ancora poco in considerazione, ma che è assai preoccupante, riguarda invece la creazione di false personalità: al riparo dietro il monitor di un pc o lo schermo di un tablet – o di uno smarthphone – è molto facile crearsi un’io totalmente diverso dal proprio. Ci si inventa una vita completamente diversa dalla propria, probabilmente quella che desidereremmo per noi. E tutto questo è assai deleterio se non vi viene posto un freno e se non lo si prende come gioco: alla lunga potrebbe creare difficoltà a costruire relazioni sane, soprattutto di coppia.

(photo credit: coffeyjenphoto via photopin cc)