Un buon curriculum vitae può essere fondamentale per riuscire a ottenere un colloquio di lavoro. Ci sono però una serie di errori molto comuni che vanno evitati in modo da farlo spiccare e non farlo rimanere nella pila di quelli ricevuti quotidianamente dalle aziende a dagli addetti alle risorse umane.

Un curriculum vitae vincente deve mettere in luce i punti di forza del candidato e deve essere costruito in maniera impeccabile. Per questo, ci sono alcuni errori che è meglio evitare sia durante la compilazione che poi in fase di invio alle varie compagnie e società.

>> Scopri il segreto del curriculum vitae vincente

In un mondo del lavoro competitivo come quello attuale, un’assunzione o anche soltanto un colloquio di lavoro può decidersi in base alle prime impressioni. E il curriculum vitae è la prima impressione che fornite di voi a un’azienda o a un potenziale datore di lavoro: cercate quindi di non commettere errori. Il primo, molto comune, è quello di non aver adattato il CV al luogo di lavoro per cui vi proponete; ogni volta che lo inviate, dovete avere presente le caratteristiche dell’azienda e mettere in evidenza le vostre competenze specifiche che possono risultare adatte a quel particolare impiego, inserendole all’inizio del testo.

Fate attenzione inoltre alla presentazione grafica del testo. Assicuratevi ad esempio di non aver compiuto modifiche all’ultima bozza che possano aver spostato l’intera impaginazione che avevate pensato e controllate che sia tutto al posto giusto. Una presentazione poco professionale vi può far apparire subito in cattiva luce.

Evitate poi di abbondare con le menzogne. Non inserite competenze che non avete e non aggiungete lavori o esperienze che non avete realmente svolto. L’onestà è sempre la scelta migliore e inoltre le bugie hanno le gambe corte, soprattutto oggi dove attraverso la rete potreste venire rapidamente smascherate.

Un altro errore riscontrato in parecchi curricula riguarda informazioni di contatto sbagliate, non aggiornate o incomplete. Prima di inviarlo, controllate quindi che i dati da voi inseriti siano corretti e assicuratevi, ad esempio, di aver messo il vostro attuale numero di cellulare e non avere ancora quello vecchio. Stesso discorso per l’indirizzo email.

L’ultimo consiglio è quello di non farvi paralizzare dalla paura di sbagliare. Dopo aver realizzato con tanta cura il vostro CV ed esservi accertate che sia tutto a posto, inviatelo per le posizioni che vi interessano senza indugiare ulteriormente. Ricordate infatti che, fino a che non lo mandate in giro, non verrete mai chiamate per un colloquio.

Fonte: CareeRealism