Di che colore saranno gli occhi del neonato? Chissà quante donne in procinto di diventare mamme si saranno fatte questa domanda. Ci sono però alcune tecniche per capirlo.

Sarebbe ovvio pensare che se entrambi i genitori hanno ad esempio occhi marroni anche il neonato li avrà dello stesso colore. Ma non sempre è così. Il colore degli occhi è determinato dai geni, ecco perché anche se è probabile che il nascituro prenda gli occhi marroni dei genitori, potrebbe anche averli celesti, verdi o cangianti a seconda dei geni familiari.

I geni sono piccole sottounità del Dna e sono coloro che determinano tutte le caratteristiche fisiche di una persona. Quindi, sebbene il bimbo sia il risultato della combinazione genetica dei due genitori, a delineare i tratti somatici contribuiranno anche i geni dei nonni, dei bisnonni e così via.

La scienza che studia il colore degli occhi è molto tecnica, ma possiamo semplificarla affermando che ciascuna persona possiede due tipi di geni responsabili del colore degli occhi che gli derivano dai genitori.

Ipotizziamo che il padre introduca un potenziale genetico di occhi marroni e verdi. La madre invece marrone e blu. Con questa combinazione potremo avere un bambino dagli occhi blu, verdi, marroni o addirittura cangianti. Ognuno dei due genitori invierà il codice genetico responsabile del colore degli occhi in maniera casuale attraverso lo sperma e l’ovulo, che formeranno il feto.

Ma ci sono alcuni geni del colore degli occhi che sono dominanti sugli altri. Tra il marrone e il blu è il primo a vincere, ad esempio. I geni cosiddetti dominanti e recessivi sono responsabili di tutte le caratteristiche fisiche come il colore dei capelli, la lunghezza delle dita di piedi e mani e anche alcune condizioni di salute congenite alla nascita del bambino.

A rendere le cose ancora più difficili ci sono anche altri geni che possono influire sul colore degli occhi del nascituro. Ognuno di questi controlla un particolare aspetto come ad esempio l’intensità. Un bambino nato con occhi blu potrebbe infatti averli molto chiari, molto scuri o di un blu screziato, con varie sfumature.

La maggior parte dei bambini al momento della nascita presenta occhi blu. Dopo qualche mese però, può manifestarsi il colore definitivo, e a volte non si riesce a stabilire quale sarà fino al secondo anno di età.

Riassumendo: in caso di genitori dalla combinazione marrone e blu è molto probabile che gli occhi del figlio saranno marroni, ma se i due genitori hanno lo stesso colore allora così li avrà probabilmente anche la prole: se mamma e papà hanno colori diversi allora sarà il gene dominante a determinare il colore.

Per divertirsi un po’ e provare a scoprire di che colore saranno gli occhi del bimbo, ecco un tool molto utile: EyeCalculator

Fonte: Glassescrafter