Gli Skunk Anansie, capitanati dalla sempre scatenata Skin, sono tornati con un nuovo album. È uscito questa settimana il loro nuovo lavoro, Black Traffic, fin dal titolo e dalla copertina molto oscuro e che riporta la band al suono rock aggressivo dei primi tempi.

Gli Skunk Anansie hanno appena pubblicato il loro album numero 5, Black Traffic. La band di Skin ha spopolato negli anni ’90 con i suoi primi tre album, forti di hit come Hedonism, Secretly e All I Want, per poi prendersi una pausa durata un decennio.

Galleria di immagini: Skunk Anansie

Durante il periodo di separazione, la cantante Skin, che di recente si è sposata con la compagna Cristiana, ha comunque proseguito con una carriera solista che l’ha vista realizzare due album solisti, più la canzone Tear Down These Houses per la colonna sonora del film di Silvio Muccino Parlami d’amore. Gli Skunk Anansie sono poi tornati insieme con Wonderlustre del 2010, cui hanno appena dato un seguito, a segno del ritrovato buon affiatamento tra i membri del gruppo.

La band inglese continua ad avere un grosso seguito in Italia, mentre in patria l’entusiasmo nei loro confronti sembra decisamente diminuito, al punto che la prestigiosa rivista NME ha dato un misero 1 su 10 di votazione al loro nuovo album Black Traffic. Nonostante il parere non proprio positivo della stampa britannica, il disco dovrebbe piacere parecchio soprattutto ai fan della prima ora della band, tornata a proporre un sound molto energico e rock. A livello di tematiche trattate, i testi sono particolarmente politici, come dichiarato da Skin:

«Lo scorso cd, quello della reunion, non era così maturo, pieno di spunti politici. I testi non riflettevano l’andamento politico sociale che stavamo vivendo. Oggi è la politica con i suoi protagonisti pretestuosi e falsi a farla da padrone.»

Di seguito vi proponiamo il video del primo singolo estratto dall’album, I Believed in You.

Fonte: MelodicaMente