Se volete dimagrire, forza, avete una buonissima ragione in più: la stima degli uomini. Pare, infatti, stando a una ricerca dell’Università di Liverpool, che gli uomini tendono a considerare più attraenti le donne che sono state grasse e poi sono dimagrite.

Mostrando la stessa fotografia di una bella donna a due gruppi diversi di uomini (e anche donne), si è omesso in un caso il particolare biografico che la donna raffigurata era passata attraverso una forte dieta, dettaglio invece raccontato all’altro gruppo.

Galleria di immagini: donna oggetto

Il gruppo consapevole di questo particolare ha mostrato, nel caso dei maschi e tramite un questionario, una propensione spiccata a considerare maggiormente attraente la donna della fotografia, percependola come più amichevole, intelligente e creativa.

Spiegazioni? I ricercatori, che hanno presentato lo studio a Istanbul in un seminario internazionale, sono convinti si tratti dell’imperfezione che rende più vicina una persona dell’altro sesso, più rassicurante.

“Alcuni uomini pensano che una donna con una storia simile sia meno ostile, più amichevole. Ma la cosa interessante è che per le donne non è così: di una donna ex obesa pensano sia negativa, indisciplinata, poco accattivante.”

L’utilizzo pratico di questa rivelazione potrebbe essere un modo diverso di comporre i propri curriculum, di evitare di nascondere certi elementi quando si fa la conoscenza di una persona, ma soprattutto di attivarsi per risolvere uno dei problemi meno noti dell’obesità: la discriminazione verso partner non grassi per associazione (cioè quando lei è magra ma lui no). Si potrà sempre raccontare che una volta si era grasse ma poi si è riuscite a perdere peso.