Non per sesso, ma per amore. Così ha risposto un uomo su quattro a un sondaggio di Gleeden, il più noto sito di incontri extraconiugali. Aononimi come richiede il servizio, potrebbero essersi espressi sinceramente. Oppure no?

Stando a sentire i 1.463 maschi italiani che hanno risposto alle domande del network della scappatella, il sesso sembra essere soltanto uno degli elementi che portano a tradire la moglie o la compagna, e neppure il più importante.

Galleria di immagini: Uomini che tradiscono

Il 26 per cento di loro, infatti, afferma di cercare nell’amante un sentimento nuovo, o se non altro riscoprire quello dimenticato nella routine della coppia.

Anche gli altri items del sondaggio sono un florilegio di sentimenti buoni e positivi: voglia di attenzioni (19 per cento), emozioni forti (10 per cento), che lasciano al sesso un misero 9 per cento. Niente, il sesso c’entra poco o nulla.

È davvero difficile credere a queste risposte: si tratta, più probabilmente, della classica proiezione di sé all’esterno con ipocrisia di ritorno. Tanto che alcuni elementi che parecchi psicologi tendono a considerare determinanti nel tradimento, come l’insicurezza, la fragilità, la noia, sono in fondo alla classifica. Perché per ammetterlo bisogna essere molto onesti con sé stessi.

Cosa si evince da questi dati, dunque? Due cose: che i maschi italiani che adoperano un sito per tradire la partner in tutta sicurezza (il 63 per cento degli iscritti al sito è di sesso maschile e solo il 9 per cento di loro è single) vogliono dare un’immagine rassicurante di sé; ma anche che alcuni di loro, forse meno del 26 per cento ma comunque un certo numero, cercano davvero l’amore.