Cresce l’attesa per il Golden Gala di Roma, l’appuntamento che porterà nella Capitale il meglio dell’atletica leggera mondiale, compreso l’atteso campiona giamaicano Usain Bolt, personaggio tra i più amati e chiacchierati dentro e fuori dalle piste.

“The Cannibal”, questo il soprannome di Bolt, sarà protagonista nei 100 metri al Meeting di Roma di domani sera, ma già oggi l’attenzione dei media e dei fan è catalizzata verso di lui, che sulla pista dello stadio Olimpico dovrà vedersela, tra gli altri, con il suo connazionale Asafa Powell, meno “mediatico” dal punto di vista del carattere, ma ugualmente in grado di regalare momenti di grande classe sulle piste di atletica di tutto il mondo.

Si rinnoverà domani l’eterna sfida Bolt-Powell, con il francese Lamaitre a fare da terzo incomodo e pronto ad approfittare di ogni piccola indecisione dei due fuoriclasse giamaicani.

Galleria di immagini: Golden Gala 2011

Per gli italiani i nomi da tenere d’occhio sono quello di Andrew Howe, che a Roma ha chiesto e ottenuto di correre nei 200 metri, Donato e Schembri, impegnati nei 17 metri nel triplo, mentre Grenot, Milani e Vistalli se la vedranno nei 400 metri dove si profila l’ennesimo duello tra Felix e Richards.

Attesa infine la doppia sfida tra Allyson Felix e Sanya Richards, di fronte sia nei 400 che nei 200 femminili, con qualche relativa polemica nei confronti degli organizzatori per aver proposto il doppio impegno in un tempo ristretto (45 minuti), che potrebbe comportare un elevato rischio di infortunio per i muscoli delle atlete impegnate.