Si sono spenti i riflettori sulla 72esima edizione della cerimonia di premiazione dei Golden Globes 2015, che si è tenuta presso il Beverly Hilton Hotel di Beverly Hills, in California: restano ora la gioia dei vincitori, la delusione degli sconfitti (in attesa della rivincita agli Oscar di febbraio), il successo della scoppiettante conduzione di Tina Fey e Amy Poehler, stelle del Saturday Night Live, e soprattutto i look delle star sul red carpet.

Il post cerimonia, infatti, è il momento preferito dalle fashion addicted per confrontare le mise delle protagoniste più belle, scovare gli stilisti più quotati a Hollywood e bocciare gli accostamenti o gli abiti che invece si sono rivelati dei flop.

Patricia Arquette, miglior attrice grazie al film drammatico Boyhood, tra i trionfatori della kermesse per quantità di premi ricevuti, ha “strizzato” le sue forme di 46enne in un abito nero a sirena monospalla, portato con una pochette dorata.

La bellezza del film Big eyes, Amy Adams, tra le più attese, ha fatto spalancare gli occhi di fotografi e fan con il pervinca formato Versace. La Adams ha dichiarato a E! che ha visto l’abito come “glamour e divertente”: è, infatti, perfetto per questa serata.

La modella Heidi Klum era una vera “bomba”, stretta in un accattivante abito arancione asimmetrico Versace e con una pettinatura perfettamente arricciata. In Versace anche la sua collega Cindy Crawford con un abito blu cobalto, con una profonda scollatura e una spaccatura alta nella gonna. L’abito è abbellito con spille d’argento scintillanti appuntate a livello dell’anca e della spalla e completato da tacchi d’argento con il cinturino.

Tra gli eccessi si registra quello di Julianne Moore: il vestito argentato di Givenchy è risultato troppo lucido, troppo piumato e anche poco corrispondente alla sua solita immagine di sobria eleganza. Esagerati anche la scollatura e lo spacco di Jennifer Lopez, in Zuhair Murad, che sembrava pronta per Las Vegas piuttosto che per i Golden Globes.

Uno dei look migliori, invece, quello di Naomi Watts, luminosa in un delizioso abito Gucci senza spalline giallo con una collana di diamanti glam: “Ho amato subito il suo colore”, ha detto la Watts sul tappeto rosso. Affascinante e stavagante Lupita Nyong’o in un abito viole e bianco di Giambattista Valli, con gioielli Chopard. Senza bretelle e con il corpetto coperto di fiori sbocciati, è stato uno dei vestiti più positivamente arditi della cerimonia.

Non sono mancate, ovviamente, le dimostrazioni di solidarietà verso la tragedia che ha colpito il giornale satirico francese Charlie Hebdo: dalla coppia d’oro Amal-Clooney (la coppia più bella della serata, con la neo sposa sempre elegantissima, stavolta in Dior nero con guanti lunghi bianchi e stola), che si è presentata con la spilletta “Je suis Charlie”, a Patricia Arquette che ha portato sul suo red carpet il foglio stampato con la frase utilizzata per manifestare in tutto il mondo, i divi di Hollywood dimostrano per l’ennesima volta che sotto lustrini e paillettes c’è un cuore grande e una coscienza sempre viva.

Galleria di immagini: Golden Globes 2015: foto delle star

Foto: Infophoto