“Avatar” continua a far parlare di sé. Oltre ad aver sbancato anche i botteghini italiani nel suo primo weekend di programmazione, il film di James Cameron comincia bene la sua corsa verso gli Oscar, portandosi a casa due Golden Globes: miglior film drammatico e miglior regia. Niente da fare per il nostro “Baarìa”: il premio per la miglior pellicola straniera è andato allo splendido film tedesco “Il nastro bianco”.

La cerimonia, tenutasi a Los Angeles questa notte e trasmessa in diretta per l’Italia da SkyUno, oltre alla prevista vittoria di “Avatar” ha avuto però qualche risultato meno atteso. Miglior commedia è risultata infatti “Una notte da leoni“, mentre tra gli attori Jeff Bridges con “Crazy Heart” ha battuto il favorito George Clooney di “Tra le nuvole”. Oltre alle categorie cinematografiche, vediamo nel dettaglio anche i premi per le serie televisive.

Miglior serie commedia/musical è stata la rivelazione dell’anno “Glee“. Sempre nel genere commedia, premi per Alec Baldwin (“30 Rock”) e la sensazionale prova multipla di Toni Collette in “United States of Tara“.

Previsto il risultato nella categoria drammatica, vinta anche quest’anno da “Mad Men“. Successo a sorpresa invece per “Dexter”, che si è portato a casa ben due premi: Michael C. Hall come miglior attore protagonista, il quale ha battuto anche il Dr. House Hugh Laurie, e il “cattivo” John Litgow come miglior non protagonista. Miglior non protagonista è, invece, risultata Chloë Sevigny per “Big Love”.

Tra gli attori premiati nelle categorie cinematografiche, vittorie piuttosto scontate per Meryl Streep (“Julie & Julia”), Mo’nique (“Precious”) e Christoph Waltz (“Bastardi senza gloria”). Del tutto inatteso invece il premio a Robert Downey Jr. miglior attore nel genere commedia per la sua interpretazione di Sherlock Holmes. Da segnalare anche i due premi al poetico “Up“: miglior film d’animazione e miglior colonna sonora.

Potete, infine, consultare l’elenco completo dei vincitori sul sito dei Golden Globe Awards.