Gonna a palloncino: sicuramente uno dei capi dell’estate, che permette ad ogni donna di mettere in mostra il duro lavoro dell’inverno, passato a dieta ed in palestra. Altresì, è uno di quei capi versatili che, grazie alla sua morbidezza ed alle forme rotondeggianti, permette di nascondere alcuni piccoli difetti, soprattutto i fianchi robusti.

La gonna a palloncino è caratterizzata da un elastico in vita che tiene fermo l’indumento mentre il tessuto, man mano, si gonfia verso le ginocchia, andando a costruire la classica forma di un palloncino. Le lunghezze sono varie, anche se la più utilizzata è sicuramente la gonna corta a palloncino. Ecco cinque segreti per indossarla al meglio.

  1. Naturalezza: come ogni altro indumento legato all’abbigliamento femminile, indossare la gonna a palloncino richiedere l’essere coscente di ciò che si indossa e di portarlo con quella naturalezza che caratterizza le donne. In fondo, è pur sempre uno di quei capi che permette, indipendentemente da come si è fisicamente, di essere belle tanto quanto ci si sente!
  2. Colore: è estate. Via la paura di osare con i colori, e se guardandoci allo specchio ci sembra di aver esagerato, si fa sempre in tempo a cambiare. Giallo, arancione, verde, rosa: chi più ne ha, più ne metta. La gonna a palloncino, inoltre, permette di sbizzarrirsi con la fantasia, proprio grazie alla sua forma morbida e briosa.
  3. Accessori: non serve sommergerla di abbinamenti affinché sia bella. Con una canottiera bianca e qualche anello, la gonna a palloncino risplende di luce propria. Gli accessori, dunque, non devono essere troppi o troppo forzati. È importante evitare di essere troppo cariche perché è estate, e d’estate si deve stare comodi!
  4. Scarpe: a differenza degli accessori, la fantasia femminile si può riversare sulle calzature, dando vita a giochi di altezze. Ad esempio, per il mare le scarpe alla schiava sono perfette; per un aperitivo, invece, una zeppa o un tacco vertiginoso permettono alle gambe di stuzzicare l’attenzione dei maschietti.
  5. Divertimento: come già detto, è estate. Non importa chi si è o come si è: ciò che conta è essere contenti del proprio percorsoe. E, traendo ispirazione da tutti i più grandi, un pizzico di divertimento ed autoironia non guasta mai!