Il popolare motore di ricerca Google ha oggi dedicato la sua homepage al grande cineasta giapponese Akira Kurosawa.

Si celebrano infatti i cento anni dalla sua nascita: Kurosawa, nato il 23 marzo 1910 (e morto nel 1998), si interessava non solo di cinema ma anche di pittura, ed entrò nel mondo della letteratura grazie all’incoraggiamento datogli da Yasujiro Ozu.

Il cineasta, che ha esordito nel mondo del cinema nel 1943 con Sugata Sanshiro, è conosciuto per particolari lavori, tra i quali figurano “Rashomon”, “Cane Randagio”, “L’angelo ubriaco”, “I sette samurai”, “Barbarossa”, “I cattivi dormono in pace” e tanti altri.

Come riporta La Stampa, la sua fama non rimase confinata alla sua terra e dal 1951 si fece conoscere a livello internazionale, arrivando a vincere parecchi premi per il suo talento. In particolare, vinse il Leone d’oro (con “Rashomon”) e tre premi Oscar, due dei quali per il miglior film straniero (con “Rashomon” e “Dersu Uzala”) e uno per la carriera.

Attraverso una trentina di film molto diversi tra loro, che spaziavano da un genere all’altro (come thriller sociali, melodrammi, avventure e adattamenti letterari) Kurosawa fu definito come “l’Imperatore” del cinema giapponese.