Il gossip in ufficio fa bene o fa male alla carriera? Se per alcuni spettegolare sul capo o sugli altri colleghi non è affatto elegante, per altri, invece, può essere un buon incentivo alla produttività dell’azienda.

Secondo uno studio svolto dal dottor Timothy Hallett dell’Università dell’Indiana, un gossip moderato, da fare con i colleghi più fidati dell’ufficio, può essere stimolante e donare energia e benessere mentale.

Tutto parte dall’ambiente in cui ci si trova a lavorare. Innanzitutto, occorre stringere qualche amicizia sincera. Bisogna, cioè, circondarsi di persone di cui realmente ci si fida e che non possano cambiare idea o amico a ogni cambio di vento o umore.

Spettegolare un po’ con i colleghi più stretti considerati veri amici non può che essere salutare, secondo il dottor Timothy Hallett. Ovviamente, il tutto deve avvenire con moderazione. Ciò significa che non ci si deve esporre troppo, né che si deve dimostrare curiosità morbosa per l’oggetto del gossip. Basta ascoltare e fare delle chiacchiere un tesoro prezioso.

Ma perché farebbe bene spettegolare? La frustrazione sul luogo di lavoro deve trovare uno sfogo. Tale sfogo non può solo esaurirsi in una passeggiata o in uno sport praticato al di fuori del lavoro. Se non si riesce a risolvere il disagio che può insorgere con l’ambiente di lavoro partendo dalle radici del problema, si rischia di cadere in depressione e di diventare improduttivi.

La frustrazione, di solito, deriva da un superiore che tartassa il dipendente e che talvolta lo opprime con mansioni che sforano l’orario di lavoro o che si fanno insostenibili. Circondarsi di colleghi amici “vittime” della stessa fonte di stress non può che essere di grande aiuto: una chiacchierata scherzosa nei confronti del capo o del collega in questione aiuta ad alleggerire la tensione, purché non si scada mai nell’ignoranza, nei commenti infidi o gratuitamente cattivi. Insomma, mai rischiare di sfociare nel mobbing.

Anzi, importante è poter mantenere un clima leggero al di fuori della mera mansione professionale. La chiacchiera educata fa bene. Lo scherzo distende gli animi e consolida il gruppo. Spesso, se si fa un po’ di “autogossip” si diventerà centro propulsore di allegria, contagiando l’intero ambiente. Si può fare una piccola battuta su se stessi, su qualcosa che si è fatto, dimostrando di potersi mettere in gioco e creando, così, fiducia e coesione. La cosa deve avvenire senza esagerare: mai raccontare di sé nei minimi dettagli o si rischia di diventare egocentrici e di cattivo gusto.

Fonte: She Knows