Momento di fermento per il mercato della telefonia mobile: è stato presentato pochi giorni fa e sarà commercializzato, per ora solo negli Stati Uniti, a partire dal 23 ottobre, il nuovissimo Google Phone G1, un altro di quei telefonini che giurano guerra aperta all’iPhone di Apple.

Questo telefono è costituito da tecnologia Htc e software Google, il celeberrimo Android: il programma sembra molto simile a quello dell’iPhone, ma con in più un mondo “open” per quanto riguarda la creazione di programmi legati al telefonino (già si parla di un software in grado di eseguire telefonate in VoIP, tecnologia low cost che permette di telefonare tramite la rete Internet).

Per quanto riguarda la caratteristiche tecniche, il terminale è dotato di display touch screen da 3,2 pollici con risoluzione HVGA (320×480), possibilità di far viaggiare dati sulle reti di terza generazione (3G), tecnologia WiFi per connettersi a Internet senza passare dai network degli operatori mobili, una tastiera Qwerty a scomparsa per rendere più facile la digitazione di SMS ed email, GPS e fotocamera da 3,2 megapixel.

Sostiene Larry Page, uno dei fondatori di Google:

ci sono 3 miliardi di cellulari nel mondo e la possibilità di usare Internet sul telefonino come se fossi sul mio computer è eccitante.

Google vuole fare da vettore per tutti quelli che decidono di navigare dal proprio cellulare, trasformando il telefono in un vero e proprio PC. Il punto di forza del telefonino è proprio l’integrazione con i servizi offerti dall’azienda di Mountain View.

Per ora il G1 costerà 180 $ con due anni obbligatori di contratto e solo su rete T-Mobile, ma aspettiamo presto il suo sbarco in Europa.