È Bruno Mars il vincitore incontrastato dei Grammy Awards 2018, andati in onda domenica 28 gennaio dal Madison Square Garden di New York: il cantante hawaiano, con 24k Magic, ha vinto ben sei grammofoni d’oro, trionfando nelle tre categorie principali – Album dell’anno, Canzone dell’anno e Registrazione dell’anno – oltre a guadagnarsi tre premi minori nella categoria R&B. Kendrick Lamar, con il suo ultimo album DAMN, ha ottenuto ben cinque statuette, incluse quelle per il Miglior Album Rap, la Miglior Performance Rap e la Miglior Performance Rap/Sung (quest’ultima condivisa con Rihanna), mentre Ed Sheeran ha vinto Miglior Album Pop, con Divide, e Miglior Performance Pop con il singolo Shape of You. La grande sconfitta della serata? È stata quella di Jay-Z che, nonostante le otto nomination, non si è aggiudicato nessun premio.

Poco premiate le donne (Alessia Cara si è aggiudicata il titolo di Migliore artista emergente) in un’edizione, però, in cui la politica, il movimento #MeToo e la lotta agli abusi e alle molestie sessuali sono stati protagonisti anche sul red carpet (molte star hanno indossato un rosa bianca come segno di adesione alla campagna Time’s Up). E se Lady Gaga ha incantato il palco del Madison Garden con la sua bellissima performance di Million Reasons e Hillary Clinton è intervenuta per leggere una pagina di Fire and Fury, il libro che sta “agitando” la politica americana, l’esibizione più emozionante è stata quella di Kesha con la sua interpretazione di Praying e il suo discorso sulle donne vittime o sopravvissute alla violenza che ha commosso tutti i presenti, perfino il conduttore James Corden. E poi il grande abbraccio da parte di Cyndi Lauper, Camilla Cabello e Andra Day alla cantante (Kesha) che sta affrontando una battaglia legale contro il suo ex produttore, il Dr Luke, sempre per molestie sessuali.

Tante dunque le emozioni e tantissimi i premi assegnati durante la 60° edizione degli Oscar della musica: ecco i vincitori nelle categorie più importanti dei Grammy Awards 2018.

Album dell’anno

Bruno Mars, 24k Magic

Canzone dell’anno

Bruno Mars, That’s What I Like

Registrazione dell’anno

Bruno Mars, 24k Magic

Miglior artista emergente

Alessia Cara

Miglior performance pop solista

Ed Sheeran, Shape Of You

Miglior performance pop in duo o gruppo

Portugal. The Man, Feel It Still

Miglior album pop tradizionale

AA.VV., Tony Bennett Celebrates 90

Miglior album pop

Ed Sheeran, ÷ (Divide)

Migliore Performance rock

Leonard Cohen, You Want It Darker

Migliore canzone rock

Foo Fighters, Run

Migliore Album Rock

The War On Drugs, A Deeper Understanding

Migliore Performance R&B

Bruno Mars, That’s What I Like

Migliore canzone R&B

Bruno Mars, That’s What I Like

Migliore Performance Rap

Kendrick Lamar, HUMBLE

Migliore Performance Rap/Sung

Kendrick Lamar, HUMBLE

Migliore Album Rap

Kendrick Lamar, DAMN

Migliore colonna sonora per il cinema

La La Land