Alimentazione in gravidanza, ecco un argomento molto dibattuto e spesso sede prediletta di luoghi comuni ormai superati. Che durante la gestazione non sia necessario mangiare per due, come le nostre nonne ribadiscono, è ormai risaputo. E se un regime alimentare scorretto provocasse anche danni al feto?

Anche per quanto riguarda lo sviluppo del bambino, sia fisico che psichico, una dieta sana è fondamentale per ogni donna incinta, tuttavia sono in molti a sostenere che uno scarso apporto di cibo può arrecare danni cerebrali al feto anche durante le primissime settimane di gravidanza.

Un quoziente intellettivo inferiore alla media, oppure gravi problemi comportamentali: secondo uno studio degli ultimi mesi del 2010, infatti, sarebbero questi i rischi principali ai quali le future mamme vanno incontro se, ad esempio, decidono di intraprendere una dieta ipocalorica ancora prima di scoprire di essere in dolce attesa.

La carenza di alcune sostanze nutritive potrebbe incidere in modo negativo sul cervello del neonato, e questo qualunque sia l’ètà della mamma. Anche in caso di particolari problemi di sovrappeso, un’alimentazione scarsa è quindi sconsigliabile e, in ogni caso, un consulto con il proprio ginecologo è assolutamente doveroso.

Galleria di immagini: Dieta per il feto

Che cosa non deve mai mancare nella dieta di una futura mamma?

Premettendo che sarebbe meglio fare piccoli pasti frequenti, calcio, fosforo, magnesio e vitamine A e D sono indispensabili. La carne, tenendo sotto controllo la toxoplasmosi, va sempre alternata al pesce almeno un paio di volte la settimana, importante perché maggiormente digeribile e ricco di fosforo. Via libera a frutta e verdura, farine integrali e alimenti che contengono fibre. Da limitare, anche se non abolire del tutto, i dolci, croce e delizia della maggior parte delle donne in attesa.