Cosa aspettarsi quando si aspetta è il fortunatissimo titolo di una celebre guida per futuri genitori firmata da Heidi Murkoff e Sharon Mazel; sì, perché per quanto attesa, voluta, cercata una gravidanza è sempre accompagnata da tanti piccoli e grandi dubbi conditi da un pizzico di senso di inadeguatezza. Cerchiamo allora di capire insieme cosa succede all’interno del pancione che cresce attraverso questa mini guida sulla gravidanza settimana per settimana. Pronte?

Primo trimestre. Alla fine di questo periodo, il bambino è già completamente formato: basti pensare che sono addirittura presenti le gemme dei dentini da latte! Il cuore, che batte a una velocità doppia rispetto a quella di un adulto, pompa circa 140-150 volte al minuto mentre le ossa, ancora cartilaginee, si sviluppano rapidamente. Esistono già tutti gli organi e la maggior parte degli apparati: la testolina è ancora grande, ma il corpo comincia ad allungarsi.

Dalla settimana zero (ciclo) alla quarta settimana. Dai 2 ai 5 mm, è questa la lunghezza del bambino al termine del primo mese di gravidanza, all’interno del quale per convenzione si computano anche le prime due settimane del ciclo. L’ovulo è impiantato nella cavità uterina e si stano formando sia gli organi sia il cordone ombelicale; gli arti non si distinguono ancora, ma si può parlare di piccole protuberanze.

Dalla quinta all’ottava settimana. Continua l’embriogenesi: compaiono i genitali, il cuore pompa sangue ed è visibile nell’ecografia. Il piccolo è lungo mediamente 4 cm. Durante l’ottava settimana inizia l’importantissimo processo di ossificazione dello scheletro che durerà fino ai 18 anni di vostro figlio.

Dalla nona alla tredicesima settimana. Circa 14 grammi per 7,5 cm: ecco le dimensioni del vostro bebè alla fine del terzo mese. In questo lasso di tempo, all’interno del pancione sono avvenuti straordinari cambiamenti: i polmoni iniziano a espandersi, pollice e indice possono opporsi e se le labbra vengono toccate, il piccolo risponde succhiando. Il bambino risponde ai cambiamenti di posizione della madre e gli organi genitali esterni cominciano a differenziarsi. Si formano le corde vocali che gli permetteranno di emettere il primo vagito.

Secondo trimestre. Incredibile a dirsi, ma il cervello del piccolo è già simile a quello di una persona adulta e cresce velocissimo. A mano a mano che si formano, i nuovi neuroni accrescono la materia grigia: questo fenomeno si completa intorno al sesto anno di vita.

Dalla quattordicesima alla diciassettesima settimana. Una piccola peluria fa capolino sulla testa del bambino il cui corpicino è rivestito da una lanugine che lo protegge. Peli e capelli si ispessiscono, il piccolo comincia succhiarsi il pollice e potrete finalmente iniziare a sentirlo muoversi dentro di voi, con una sensazione simile a un leggero sfarfallio.

Dalla diciottesima alla ventunesima settimana . Con l’ecografia morfologica potrete scoprire se aspettate un bambino o una bambina; intanto lui o lei… vi sente! Infatti le piccole formazioni cartilaginee che formano l’orecchio interno si ossificano diventando più sensibili ai suoni, mentre il cervello si sviluppa.

Dalla ventiduesima alla venticinquesima settimana. Alla fine di questo periodo, il vostro bambino pesa circa 600 grammi, per una lunghezza di 26 cm. Il piccolo inizia a sperimentare il senso del tatto e in questo mese termina il processo di formazione delle impronte digitali che lo renderanno unico.

Terzo trimestre. Il tuo piccolo apre gli occhi sul mondo… letteralmente! Infatti verso la trentesima settimana le palpebre, su cui sono cresciute le ciglia, si aprono e lui o lei mettono a fuoco l’ambiente che li circonda. Vedranno per la prima volta non solo le pareti uterine, ma anche le proprie manine e i propri piedini.

Dalla ventiseiesima alla trentesima settimana. Il piccolo arriva a pesare mediamente 1100 grami per 39 centimetri di lunghezza; sviluppa la capacità di piangere mentre sue dita compaiono le unghie e sulla lingua si sviluppano le papille gustative. È da questo momento che il piccolo comincia a sviluppare il senso del gusto: attraverso il liquido amniotico, che ingoia, assaggia i sapori dei cibi che la madre assume.

Dalla trentunesima alla trentacinquesima settimana. Il bambino aumenta di peso di circa 200 grammi a settimana e i suoi polmoni continuano a esercitarsi nella respirazione. A 32 settimane l’iride si dilata e si contrae se una luce improvvisa come il sole o una torcia illumina il pancione: il piccolo sobbalza e chiude gli occhi.  

Dalla trentaseiesima alla quarantesima settimana. Lo sviluppo del bambino si completa e i reni espellono ogni giorno 25/30 ml di urina. Il feto scende nel canale del parto e il cranio (a meno che il bambino non sia podalico) si incanala nella cervice uterina assumendo la cosiddetta “posizione cefalica”: tutto è pronto per il parto!

a cura di Valentina Fumo 

photo credit: Adrian Dreßler via photopin cc

Galleria di immagini: Donne Vip incinta: tutte le copertine da ricordare