Avete presente quelle borse che abbiamo acquistato sotto l’effetto dello shopaholismo dei saldi, per poi indossarle un paio di volte e lasciarle a marcire nell’armadio perché non si adattano per nulla al nostro guardaroba? O quelle che abbiamo indossato parecchio e ora ci siamo stancate di utilizzare? O ancora quelle che ci sono state regalate ma che non ci piacciono affatto? Fanno più o meno la stessa fine, relegate in qualche angolo buio dell’ armadio a prendere polvere e occupare spazio prezioso.

Certo, potremmo regalarle alle amiche, se non fosse che anche loro sono alle prese con analoghi problemi. Potremmo donarle ai poveri, ma magari di quella cluche di paillettes dorate nemmeno loro saprebbero cosa farsene. Che fare, allora?

La soluzione ce la offre una nuova e intelligente iniziativa targata Carpisa, la Green Revolution: dal 6 al 27 marzo potremo recarci in un qualunque punto vendita e lasciare lì le nostre borse vecchie, di qualunque marca e prezzo. In cambio riceveremo una pratica eco shopper.

Tutto il materiale così raccolto sarà poi riciclato dalla casa produttrice di borse napoletana, che lo utilizzerà per dare vita a nuovi modelli. Insomma, un’iniziativa semplice da realizzare, che fa comodo a tutti e fa bene anche all’ambiente, visto che si riutilizza tantissimo materiale che altrimenti finirebbe per accumularsi nelle discariche.