Abbiamo parlato più volte di energie sostenibili e di come queste vengano spesso integrate all’interno di dispositivi di ultima generazione e di uso quotidiano. Spesso però la versione eco-friendly, anche del dispositivo più banale e semplice, si accompagna a costi poco accessibili alle tasche dei comuni contribuenti, finendo in poco tempo nel dimenticatoio.

Non sappiamo se sarà la sorte che toccherà anche a Greenenergy, il music player che si autoalimenta grazie alle variazioni di temperatura dell’ambiente circostante.

Avevamo già visto un dispositivo simile, l’orologio da tavola Atmos. Il funzionamento è il medesimo: dalla variazione della temperatura è possibile generare abbastanza energia elettrica, sfruttando i principi fisici di contrazione ed espansione della materia, tale da consentire il funzionamento di piccoli e medi circuiti.

Il prodotto, così come lo vedete, è stato concepito da Dmitriy Shcherbakov, che è stato attento a non lasciar trapelare ulteriori informazioni sulla struttura interna del dispositivo. Sappiamo solo che questo straordinario oggetto è in grado di generare abbastanza energia da autoalimentare lo stesso sistema di generazione, una piccola luce, nonché la riproduzione e diffusione del file musicale.

Davvero niente male. Il prezzo? Ancora top-secret…