Chi è stato bambino o adolescente negli anni Ottanta porterà sicuramente nel cuore “Gremlins“, film di fantasia popolato da simpatici e dolcissimi cuccioli di animali strani, i mogwai, che, a contatto con l’acqua, si moltiplicano e si trasformano, a lungo andare, in mostruose creature.

Un fantahorror per ragazzi, questa pellicola, che però è piaciuta anche agli adulti, per un’insospettabile inquietudine -mista all’azione- che l’accompagna fino all’ultima sequenza.

Ebbene, la storia di questi cuccioli un po’ graziosi e un po’ malefici ritornerà per un terzo episodio (che però potrebbe essere una remake) in 3D.

Hollywood ormai si è buttata a capofitto nella sperimentazione quasi convulsa di questa tecnologia avanzata ed è pronta a rispolverare anche miti del passato. Sì, perché “Gremlins” ha rappresentato almeno un paio di generazioni e potrebbe conquistarne delle nuove.

Il film sarebbe in fase di sviluppo e già da tempo si parlava di una sua realizzazione, ma il regista dellla pellicola originale, Joe Dante, non vuole esserne coinvolto, in quanto su questo progetto si è sempre dichiarato scettico. Inoltre vorrebbe andare cauto con le sperimentazioni cinematografiche, dato che gli ultimi lavori a cui ha partecipato, come “The Looney Toones: back in action”, non sono stati proprio un successo.

Ma c’è un altro punto in questione: riusciranno le immagini in 3D a conquistare come avevano fatto i simpatici pupazzetti del film del 1984?