Patrick Dempsey vuole lasciare “Grey’s anatomy“. Se ne parla da tanto e ora l’attore sembra deciso. In fondo, per Dempsey, che è attore cinematografico da molti anni, non è un bene che sia riconosciuto solo come protagonista di una serie TV anche se di successo, sebbene si spera per lui una riuscita come quella di George Clooney.

Intanto il futuro si fa incerto anche per Ellen Pompeo, il cui contratto scade al termine della prossima stagione. I personaggi dei due attori sono legati indissolubilmente tra loro, e allora cosa accadrà? Dempsey intanto ha confermato la sua volontà in un’intervista a Vanity Fair:

Galleria di immagini: Patrick Dempsey

“L’ottava stagione sarà la mia ultima. Non so che ne sarà degli altri personaggi, può darsi che continui o forse no. Ma per me è finita. La mia è un’uscita agrodolce, nel senso che è stata una grande storia, una parte della mia vita, ma non ne potevo più.”

L’uscita di Dempsey preoccupa non solo gli spettatori, ma anche la creatrice della serie Shonda Rhimes, che si approccerà alla stagione come se si trattasse dell’ultima:

“Potrebbe essere l’ultimo saluto per molti di loro, non si sa mai. Davvero non lo so e non pretendo di saperlo. Ciascuno di noi fa le proprie scelte e lo capisco. Tutti i personaggi del cast originale sono in gioco. Credo che Derek e Meredith siano fatti per stare insieme per sempre, e faremo in modo di assicurarci che ciò alla fine accada. A meno che uno dei due muoia o altro.”

Difficile immaginare cosa significhi quell'”insieme per sempre”: che i due personaggi muoiano insieme? Come “Misery non deve morire” insegna, tuttavia, potrebbe non essere ciò che il pubblico desidera, ma anche una serie televisiva finisce per ripiegarsi su se stessa ed è giusto in fondo che prima o poi si metta anche qui la parola “fine”.