In undici edizioni c’è stato qualcuno che ha detto più volte che il Grande Fratello sia in realtà un gioco pilotato. Si è sempre trattato di illazioni dietrologiche.

Quest’anno però ci sono state più input in tal senso: bestemmie mai punite, concorrenti mai nominabili fino a quasi un mese dalla fine del reality, e molto altro ancora.

Stavolta però è spuntato un video che inchioderebbe gli autori alla loro colpa. Si tratta di immagini in cui Guendalina Tavassi racconta ad Angelica Livraghi che il giorno prima del serale aveva detto agli autori chi avrebbe nominato e poi il giorno dopo avrebbe sbagliato a ripetere i nomi in confessionale.

Galleria di immagini: Guendalina Tavassi

Mentre Guendalina spiega, a un certo punto, c’è un silenzio dei microfoni e un cambio di immagine su un salotto vuoto.

Da quello che si può sentire nel filmato (presente a fondo di questo articolo) Guendalina afferma che gli autori l’abbiano ripresa per questo suo errore, come se, quindi, si trattasse di una strategia calata dall’alto.

Tempo fa, anche Davide Baroncini aveva detto alla sua donna Erinela Bitri che stava per uscire dal gioco:

“A me ci pensa il GF.”

Parole abbastanza eloquenti, soprattutto alla luce di quello che è accaduto in queste ore con Guendalina. Un gioco pilotato costituirebbe a tutti gli effetti una truffa: se i telespettatori da casa televotano, spendendo dei soldi, mentre il vincitore si conosce già, chi vede il Grande Fratello e vi si appassiona risulta beffato a tutti gli effetti.

Tra gli indizi di un gioco presumibilmente deciso c’è soprattutto una frase pronunciata tempo fa da Pietro Titone contro la stessa Guendalina:

“Guenda, è proprio brutto arrivare seconda al Grande Fratello, eh?”