Guendalina Tavassi non ci sta più. L’amicizia con Margherita Zanatta pare essere ormai nel passato per la mamma romana, che nella videochat di Mediaset ha spiegato come, ora che è uscita dal Grande Fratello, la speaker varesina le appaia falsa e calcolatrice. Ma non sempre in un gioco del genere esiste la vera amicizia. Dal canto suo, neppure Guendalina si è comportata benissimo nei confronti di Margherita e di tutti gli altri concorrenti.

Guendalina ha raccontato in videochat:

Galleria di immagini: Guendalina Tavassi

“Mi hanno mandato un fascicolo che è paragonabile al libro de Kafka sulle cose che Margherita ha detto alle mie spalle. Ho capito che è grandissima giocatrice e calcolatrice, non me ne sono mai accorta, pensavo fosse una persona innocente. Di Andrea Cocco so benissimo che a lei non piace e non interessa, però continua a fargli l’occhietto, quello da porca seduttrice e ammaliatrice, e Andrea c’è cascato con tutte le scarpe e con tutto er kimono. E spero che non ne faccia un origami… Penso che per tutto quello che ha fatto alle spalle, si è meritata tutto ciò che le è successo con Nando Colelli. Dovrebbe non giocare coi sentimenti delle persone ma con il Grande Fratello.”

Ma il Grande Fratello è una convivenza forzata, come in una classe a scuola in cui ci si ritrova insieme per forza e bisogna convivere nonostante si abbiamo caratteri simili. Margherita aveva però detto che, se vincerà il reality, dividerà il montepremi con Guendalina: cambierà idea ora?

Anche Margherita vedrà cosa Guendalina ha fatto nei suoi confronti una volta uscita: un episodio su tutti, quello dello striscione pro Margherita che la mamma romana disse poteva essere stato inviato solo da un ragazzino o da un disabile. L’unica cosa certa è questa: nessuno sapeva che Franz Kafka avesse scritto un libro sulla figlia di Marino Zanatta.