Lavorare da casa è diventata una pratica comune per un numero sempre maggiore di persone. Con l’attuale crisi economica e l’aumento del numero di disoccupati, sono ormai molti quelli che cercano di arrotondare lo stipendio con qualche professione che può essere svolta anche dentro le mura domestiche, una buona soluzione soprattutto per le mamme in carriera.

Lavorare da casa è oggi più facile, grazie all’utilizzo delle nuove tecnologie. Ormai bastano un computer, un telefono e una webcam per essere in contatto potenzialmente con l’intero mondo e poter creare in maniera semplice ed economica un proprio business personale. Questo tipo di lavoro ha però anche dei contro, come la mancanza di un confronto faccia a faccia con i colleghi, sebbene questo possa non essere visto sempre come un contro. Vediamo allora qualche suggerimento per ottenere il meglio da un’esperienza lavorativa di questo tipo.

Innanzitutto, si deve creare il proprio luogo di lavoro ideale. Se ne avete la possibilità, cercate di adibire una camera della vostra casa a vostro ufficio personale. Una stanza cui solo voi potete accedere e da cui sono banditi i vostri figli, che vi possono distrarre dalle attività professionali. Create un ambiente tranquillo, in cui potete riflettere e concentrarvi a livello creativo. All’infuori di esso, potete poi tornare a dedicarvi ai figli a tempo pieno, senza nemmeno dover sprecare tempo per il tragitto lavoro-casa.

Anche se non vi trovate in un’azienda e non dovete sottostare a delle regole rigide e ai dettami di un capo, dovete cercare inoltre di mantenere una buona disciplina. Separate quindi le ore di lavoro da quelle dedicate al tempo libero. Nonostante vi troviate in casa vostra, nelle ore dedicate al lavoro procedete evitando distrazioni o altri impegni domestici. Imparate quindi a dire di no alle richieste dei vostri famigliari; soltanto perché lavorate da casa, non significa che siate sempre disponibili per le faccende di casa.

Provate poi a realizzare una buona pianificazione del vostro orario lavorativo, organizzando anche un piano settimanale, da preparare anticipatamente già la domenica. Fate come se foste il boss di voi stesse e mantenete un’attenta regolamentazione professionale.

Infine, sebbene vi troviate già in casa vostra, decidete un’ora di fine lavoro, proprio come se foste in ufficio. A una determinata ora, terminate i vostri compiti, spegnete il computer e staccate del tutto dalle attività lavorative, concentrandovi su figli e famiglia, o cominciando a dedicarvi al vostro tempo libero.

Fonte: GalTime