Nel secondo anniversario della tragedia de L’Aquila, riemerge con forza il nome di Guido Bertolaso. L’ex capo della Protezione Civile, infatti, diventerà docente per il primo master italiano dedicato alla gestione del post-terremoto, in programmazione presso la IUSS di Pavia.

Il master, della durata complessiva di 18 mesi, non si avvarrà della presenza di Bertolaso per tutta la sua durata, ma di interventi mirati su quattro settimane di corso. La notizia, tuttavia, non è piaciuta al popolo dei social network: sono molti i messaggi di disapprovazione che si susseguono da ore, dato il vivo ricordo proprio della vicenda abruzzese.

Galleria di immagini: Terremoto de l'Aquila, Laura Rodari

Sarà forse perché a due anni di distanza dal sisma il centro storico è rimasto pressoché invariato, oppure perché le palazzine del Progetto C.A.S.E. necessitano già oggi di importanti interventi strutturali, ma gli aquilani su Facebook e Twitter non sembrano aver colto di buon auspicio questo nuovo incarico per Bertolaso.

In effetti, al di là delle polemiche politiche e giudiziarie sul ricorso smodato ai “Grandi Eventi” per favorire un’azione indisturbata sul territorio, non si può dire che L’Aquila sia risorta. Proprio ieri Il Fatto Quotidiano ha pubblicato un’inchiesta sulla mancata ricostruzione del capoluogo abruzzese, mostrando non solo i limiti strutturali delle 19 new town, ma anche il disagio psicologico di una popolazione privata da ogni forma di interazione sociale e stanca della riduzione delle libertà personali. A questo si aggiunga anche il giudizio negativo espresso dal sindaco Massimo Cialente, il quale ha recentemente dichiarato come si sia perso del tempo prezioso per una governance errata.

Allo stesso tempo, però, sempre dalle pagine dei social network emergono anche messaggi di approvazione per l’ex capo della Protezione Civile, elogiato per essere il simbolo della nuova L’Aquila. Tra detrattori e sostenitori, è lecito credere che la polemica sia destinata a fuochi incrociati nei prossimi giorni. E chissà che non sia lo stesso Bertolaso a intervenire, motivando le ragioni della sua partecipazione al master di Pavia.