Un studio finanziato dalla Commissione europea e pubblicato nell’ultimo numero della rivista scientifica Pnas racconta un’importante scoperta che renderà possibile creare con la biotecnologia la crocina, ovvero la molecola in grado di conferire allo zafferano il suo sapore tipico e il colore rosso, che è anche un antiossidante usato come colorante e come medicina naturale fin dalla civiltà minoica.

La scoperta del gene responsabile della reazione di taglio, denominato CCD2, è stato trovato negli stigmi immaturi dove la crocina è sintetizzata. Ulteriori esperimenti hanno dimostrato che la proteina CCD2 è in grado di operare la stessa reazione di taglio che avviene nello zafferano se vene trasferita nel mais e anche in provetta .

photo credit: mastino70 via photopin cc