Una fluente chioma o un taglio fresco e pratico? Biondi o mori? Sciolti o legati? Con i capelli, lo sappiamo bene, è sempre un bel dilemma.  Per ogni occasione c’è l’acconciatura giusta, per ogni donna il tipo di taglio che più si addice alla forma del viso.

Gli inglesi hanno stilato una classifica delle acconciature entrate nella storia del glamour e nell’immaginario dell’hair style.

La moda, come noto, vive di corsi e ricorsi storici e le bellissime dei decenni passati ci hanno lasciato in eredità un patrimonio cui attingere per rubare con gli occhi le acconciature che hanno valorizzato gli ovali più belli della storia.

La pettinatura che più di tutte nel corso degli anni ha influenzato l’hair style è lo chignon di Haudrey Hepburn in Colazione da Tiffany, copiata addirittura da Marylin Monroe.

Al secondo posto c’è il caschetto, il così detto taglio bob ripreso addirittura da Crepax per la sua mitica Valentina dei fumetti.

Per afferrare l’eco che questo taglio ha avuto nel corso degli anni basti pensare a Victoria Bechkam che lo sfoggia da sempre, in tutte le varianti dal geometrico fino all’asimmetrico.

Contribuì a fare entrate il caschetto nella storia anche la mise di Jakqueline Kennedy, la donna in assoluto più elegante del novecento, stando agli esperti.

Poi c’è il liscio corto e nero come carbone, una moda lanciata da Louise Brooks, proprio a lei si ispirò Crepax nel creare Valentina.