Dolcetto o scherzetto?” È questa la domanda che migliaia di bambini in tutto il mondo faranno bussando alle porte dei vicini la notte del 31 ottobre, da noi comunemente chiamata vigilia di Ognissanti ma nei paesi americani conosciuta come Halloween.

Ma non sono solo i bambini a consumare dolci ad Halloween, e se non stiamo attenti anche noi a biscotti e caramelle che mangeremo durante la festa, lo scherzetto potrebbero tirarcelo proprio cioccolatini, barrette al caramello e lecca-lecca. Vediamo allora quali sono i dolcetti peggiori, quelli da evitare quindi, e con quali alternative più sane sostituirli.

È indubbio che le barrette al burro di arachidi, mou, caramello e con la copertura di cioccolato al latte siano incredibilmente buone e piacevoli da mangiare, ma se si pensa a quanti e quali grassi contengono, la voglia passa subito. Una barretta del genere contiene circa 300 calorie per ben 14 grammi di grassi e 30 di zucchero. Meglio sostituirla con delle caramelle di zucchero, di quelle rotonde, con il buco in mezzo e ai vari sapori di frutta. È vero, sono un concentrato di zucchero, ma non contengono grassi e in termini di calorie siamo sulle 25 per un intero tubetto. Senza contare che sono molto più divertenti da vedere grazie ai loro colori sgargianti.

Altre barrette nemiche della salute sono quelle a base di burro, cioccolato e cocco. Sono buone, è vero, ma contengono grassi saturi in quantità e apportano ben 250 calorie a barretta. Un po’ troppe per un dolcetto che consumerete in meno di due minuti, no? Meglio sostituirle con dei dolcetti al cioccolato fondente e menta. Al supermercato se ne trovano di varie marche, ma quella più famosa negli Stati Uniti è la York Peppermint Pattie, di cui esiste anche una versione sugar free.

Sempre sulle 250 calorie per circa 125 grammi si attestano le palline di cioccolato colorate, ricche di zuccheri: mangiarne una confezione è l’equivalente di mettere nel tè ben dieci cucchiaini di zucchero. L’alternativa più salutare sono le caramelle alla frutta gommose, o quelle di gelatina: contengono molti meno grassi e calorie, sono altrettanto colorate e ne potete mangiare di più senza sentirvi in colpa.

Estremamente caloriche e a base di burro puro sono le barrette Butterfinger, che da noi in Italia non esistono, ma senz’altro negli scaffali del supermercato troverete alternative altrettanto grasse. Per calorie e quantità di zuccheri e grassi sono da evitare assolutamente. Le alternative? Caramelle alla menta senza zucchero, lecca-lecca colorati senza zucchero (esistono, basta cercarli bene) e tutti quei dolcetti poveri di grassi e calorie.

Fonte: Fitbie.