Halloween, un po’ come il nostro Carnevale, è una di quelle feste in cui bisogna lasciare a briglia sciolta la fantasia. Così l’ideale per una festa è trarre l’ispirazione da un film, che sia horror o meno poco importa, anche se è meglio che tutto sia molto terrificante o almeno una parodia dell’orrido.

La prima idea riguarda il film di Tim Burton “La sposa cadavere“. Tra le ricette che si possono preparare c’è una torta che si può realizzare in onore dei ragni che aiutavano la vestizione degli sposi prima del funebre matrimonio. La base della torta può essere fatta con pan di spagna o sfoglia e le creme possono essere scelte a discrezione, ma sulla sommità ci va uno strato di bignè ripieni su cui adagiare del caramello che si provvederà a sistemare come una ragnatela. È fondamentale che ci siano i bignè, perché altrimenti non avremmo dei dislivelli utili per creare una ragnatela credibile. Sulla ragnatela poi si può realizzare un ragno nero di pasta di mandorle: per fare il nero basta aggiungere molta polvere di cacao amaro, se non si vuole ricorrere ai coloranti.

Altro film altra idea. Nella pellicola di Sofia Coppola “Il giardino delle vergini suicide” si svolgeva appunto una festa a tema sull’asfissia e tutto era di color verde. Si può pensare così a realizzare tutti cibi di color verde come lasagne verdi, verdure varie e una bella torta-cassata alla fine, da accompagnare a un drink speciale che si prepara con il bimbi e che prevede un frullato di sedano con aggiunta di limoncello, meglio se lo avete fatto in casa.

Non possono mancare delle idee ispirate al cinema horror come ravanelli guarniti di fettine di olive nere, per farli sembrare degli occhi, o un gazpacho, che potreste fingere sia il sangue di maiale che accompagna l’ultima umiliazione della protagonista in “Carrie – Lo sguardo di Satana”.

Un’altra idea deliziosa potrebbe essere una festa ispirata alla serie TV “I segreti di Twin Peaks“. Ci si potrebbe presentare ognuno vestito come un personaggio a scelta: bastano dei vecchi vestiti anni ’80 e qualche divisa d’ordinanza e poi indulgere nei dettagli più peculiari, come un tronco per la signora Ceppo e un registratore vocale per l’agente Cooper. Ma quello che farà la differenza saranno i cibi a tavola: si parte con dei cibi salati, tra cui non deve mancare il mais dolce o la crema di mais, e altro, tutto acconciato in dei piatti che ricordano i pasti a domicilio. Ne esistono anche di usa e getta nei supermercati.

Ma il pezzo forte saranno i dolci: l’immancabile torta di ciliegie con del gelato alla vaniglia accanto e naturalmente ciambelle dolci di tutti i tipi, le preferite dai poliziotti.