Continua a stupire la first lady americana Michelle Obama, che in occasione della festa di Halloween ha accolto più di duemila bambini alla Casa Bianca nelle vesti di “una cat woman molto carina“, come l’ha definita il presidente suo marito. Dopo aver opportunamente allestito la white house con zucche giganti, ragni e scheletri degni della notte delle streghe, Barack e Michelle Obama hanno consegnato dolcetti a studenti di undici scuole pubbliche e figli di militari.

Ma ancora una volta, nonostante fossero presenti anche l’ambasciatrice americana all’Onu “Susan Rice“, nei panni di Pippo, e il portavoce del presidente “Robert Gibbs“, in quelli di Darth Vader, il cattivo di Guerre Stellari, i riflettori erano puntati su di lei, al punto da lasciare nell’ombra anche il Presidente, nella sua tenuta casual e particolarmente sobria.

Ma perché tanta attenzione su Michelle? Forse perché le sono state dedicate le copertine delle più celebri riviste di moda, come Vogue o Glamour, o perché sta realmente diventando un’icona della perfezione e dell’eleganza, con la sua capacità di abbinare capi griffati e costosissimi ad accessori molto meno costosi? O magari perché il suo esempio si estende anche a caratteristiche quali l’onestà, come scrive sempre in prima pagina “Prevention”, mensile americano di salute?

Ma lei è veramente la first lady troppo narcisista di cui il mondo parla oppure è finalmente la tanto attesa prima donna dalla personalità forte e influente?