Nuovi aggiornamenti sul fronte della vicenda dell’attesissimo “Harry Potter e i doni della morte: Parte I” già finito in rete. A partire da martedì mattina sono infatti arrivati online su file torrent i primi 36 minuti della nuova pellicola del maghetto di Hogwarts, una cosa che ha scatenato le ire della casa di produzione. Eppure ora qualcuno avanza l’ipotesi che sia stata la stessa Warner Bros. a distribuire il filmato.

A scatenare i sospetti è infatti proprio il fatto che ad apparire in rete non sia la pellicola intera ma soltanto i primissimi minuti, per quella che sembra una “preview” stuzzicante in grado di alimentare ulteriormente le attese e certo non compromettere il successo commerciale del film.

La Warner Bros. ha fatto comunque sapere di perseguire per vie legali i responsabili della distribuzione online di questa anteprima non autorizzata. Harry Potter e i Doni della Morte: Parte I non è comunque certo la prima vittima del “leaking” selvaggio online: nel caso di “Wolverine” la pellicola intera era arrivata ad esempio in rete ben un mese prima rispetto all’uscita nelle sale.

Astuta strategia di web marketing da parte della Warner, dunque, oppure vero e proprio furto? In qualunque caso l’operazione non ha fatto altro che aumentare ancora l’attesa, che però sta per finire e domani finalmente Harry, Hermione e Ron torneranno davvero, stavolta non sul PC ma sul grande schermo.