Non ci saranno nuovi capitoli per Harry Potter e le sue avventure. A quanto pare quindi, l’atteso film della saga del celebre maghetto ormai diventato un uomo, ovvero “Harry Potter e i doni della morte”, rimarrà l’ultimo e conclusivo atto della storia.

A chiarirlo è stata la stessa J.K. Rowling, l’autrice dei libri di Harry Potter che tanto successo hanno riscosso in libreria e nelle loro trasposizioni cinematografiche. La scrittrice britannica non sembra quindi averci ripensato, rinunciando all’idea di far continuare a vivere il personaggio che l’ha resa famosa, a differenza di quanto ipotizzato invece qualche tempo fa, quando proprio la stessa autrice aveva lasciato una porta aperta alla possibilità di scrivere altre storie sul celebre maghetto.

La decisione di Rowling è stata rivelata da Daniel Radcliffe, l’attore che dà il volto a Harry Potter, il quale ha raccontato di un SMS ricevuto dalla scrittrice in cui gli annunciava l’intenzione di concludere per sempre le avventure di Potter e compagni.

Una decisione che probabilmente deluderà i fan, ma che appare forse la più sensata e giusta visto che probabilmente mancano gli stimoli e la giusta aspirazione per dar vita a nuove avventure. D’altronde, proseguire senza la carica emotiva dei primi sette capitoli avrebbe potuto voler dire proseguire “per inerzia”, con il rischio di veder uscire libri e relativi film privi di quella verve e quella ricchezza dei dettagli che hanno caratterizzato la saga fin dal principio.