Harry Potter e i Doni della Morte: parte I” ha esordito con successo al box office internazionale. Secondo le prime stime, infatti, il film avrebbe incassato ben 65 milioni di dollari solamente nella giornata di lancio nei cinema, ovvero venerdì 19 novembre.

Vista la partenza, i pronostici parlano di almeno 130 milioni di incassi nel primo week end di programmazione e la stessa Warner Bros si aspetta almeno un guadagno di 150 milioni di dollari. Secondo i primi dati, la prima parte del capitolo conclusivo della saga di “Harry Potter” ha sicuramente raggiunto un risultato migliore rispetto ai precedenti capitoli del franchise.

Il miglior esordio riguardo la saga fantasy nata dalla penna della scrittrice britannica J. K. Rowling, era di “Harry Potter e il Calice di fuoco” che nel 2005 aveva raggiunto nel primo weekend di programmazione i 102.7 milioni di dollari. Se i pronostici si avvereranno e il film supererà i 130 milioni di dollari, “Harry Potter e i Doni della morte: parte I” diventerà il miglior capitolo della saga in termini di botteghino.

Nonostante il successo già registrato al box office e gli ottimi pronostici che lo accompagnano, in base alle stime attuali, “Harry Potter e i Doni della Morte: parte I” non è riuscito a battere gli ultimi capitoli della saga rivale, quella di “Twilight“. Infatti, l’esordio al botteghino, attualmente, lo rende terzo come risultato dopo i due capitoli della saga di “Twilight“, sia “New Moon” che “Eclipse“.

Così il famoso maghetto Harry Potter e le sue avventure non dovrebbero riuscire a superare gli eroi romantici della saga vampiresca di “Twilight”. E voi chi preferite tra “Harry Potter” e “Twilight”?