Il simbolo per eccellenza del cinema internazionale, ovvero la scritta “Hollywood” posta sulla pendenza sud (Cahuenga Peak) del Mount Lee di Los Angeles, potrebbe sparire perché il terreno (circa 60 ettari) è stato messo in vendita.

Per salvare l’opera monumentale (ogni lettera ha un’altezza pari a 14 metri e una larghezza che va dai 9 ai 12 metri) un gruppo no-profit chiamato Public Trust for Lands si è mobilitato per raccogliere i 22 milioni di dollari necessari per acquistare Cahuenga Peak, ma finora sono stati raccolti solo metà dei fondi richiesti e il termine per l’acquisto è stato fissato per il 14 aprile 2010. Per sensibilizzare l’opinione pubblica, il Public Trust for Lands ha aperto un gruppo su Facebook e nei prossimi giorni intende coprire la struttura con uno striscione riportante lo slogan “Save the Peak” (“Salvate la cima”). Anche quest’ultima impresa non sarà semplice da compiere, dato che l’area è difesa da un sistema di allarme collegato direttamente con la polizia locale.

L’Hollywood Sign, come viene chiamato negli Stati uniti, fu inaugurato il 13 luglio 1923 per pubblicizzare un complesso di case che si stava edificando sulle colline sopra il distretto di Hollywood. La scritta disegnata dall’architetto Thomas Fisk Goff era in principio “Hollywoodland”, perché questo era il nome scelto dai costruttori edili Woodruff e Shoults per la nuova zona residenziale. La scritta fu concepita per durare circa un anno e mezzo, ma con il fiorire dell’industria cinematografica di Los Angeles divenne un emblema internazionale e non fu più smantellata.

Molti sono gli aneddoti legati all’Hollywood Sign: oltre a tutti gli atti vandalici di cui è stata vittima nel corso della sua storia, nel 1932 l’attrice di Broadway Peg Entwistle decise di suicidarsi lanciandosi dalla lettera “H”; la stessa lettera fu accidentalmente distrutta all’inizio degli anni Quaranta del secolo scorso dal custode della struttura, Albert Kothe, che guidando in stato di ebbrezza perse il controllo del suo veicolo andando a schiantarsi sulla prima lettera. Nel 1949 la Camera di Commercio di Hollywood decise di ricostruire l’intera struttura a patto che fossero rimosse le migliaia di lampadine per l’illuminazione notturna e la parola “land”.

Negli ultimi quarant’anni la scritta è stata cambiata in numerose occasioni, ma anche grazie all’opposizione della popolazione residente questa pratica è stata definitivamente proibita. Ecco le alterazioni più conosciute: Hollyweed (gennaio 1976), Holywood (aprile 1977), Ollywood (luglio 1987), Oil War (1991), Go Ucla (1993), Caltech (2003).