HP, in collaborazione con l’Università dell’Arizona, ha realizzato il prototipo di un nuovo modello di display per laptop, in grado di garantire un’alta qualità e precisione dell’immagine, un’ottima nitidezza dei colori e un basso consumo energetico. Cosa c’è di nuovo? Nulla, se non fosse in grado di arrotolarsi come una pergamena.

Si, è proprio così, il nuovo display sarà in grado di avvilupparsi intorno un supporto rigido. Questo consentirà, oltre ad una maggiore agiatezza nei movimenti e nel trasporto dei nostri computer del futuro, una maggiore garanzia di resistenza e robustezza.

Lo schermo è, infatti, realizzato con materiali plastici, una tecnologia molto simile a quella presentatavi in occasione del post su e-paper, ed è in grado di resistere ad urti e scossoni violenti.

L’immagine è impressa nella pellicola grazie ad un nuova tecnologia definita SAIL (Self-Aligned Imprint Lithography), a basso costo e alta definizione.

Il mercato dei materiali plastici offrirà ottime aspettative per il futuro, basti pensare alla possibilità di plasmare i nostri gadget in maniera assolutamente libera da costrizioni di ogni sorta. Per avere un idea basta osservare l’immagine in alto:il vostro laptop potrebbe essere in tutto e per tutto simile ad una pergamena.

La tecnologia per la realizzazione di questi schermi flessibili è ancora agli inizi, ma HP ha stimato che potrebbe accaparrarsi una fetta di mercato pari a 2,8 miliardi di dollari entro il 2013.