Charlie Sheen negli ultimi mesi è stato travolto negli Stati Uniti da una bufera mediatica paragonabile a quella italiana dei “bunga bunga party” di Silvio Berlusconi. Il protagonista di “Hot Shots” è infatti finito in uno scandalo relativo alla frequentazione con varie pornostar ed escort, oltre all’abuso di droga ed alcool che l’hanno portato al licenziamento dalla sitcom “Due uomini e mezzo”. La produzione dello show televisivo sembra però avere trovato ora un sostituto.

Sarà Hugh Grant a prendere il posto di Sheen nella serie che va in onda da diversi anni negli USA con un enorme seguito? Sembra infatti che i produttori della sitcom, dopo la situazione di stand-by creata dai problemi personali di Charlie Sheen, stia pensando a rimpiazzarlo con l’attore inglese.

Galleria di immagini: Hugh Grant e Charlie Sheen

L’accordo finanziario di cui si sta parlando in queste ore sarà molto sostanzioso, forse un milione di dollari a episodio. Niente male per Hugh Grant, la cui carriera negli ultimi anni si è un po’ appannata ed è lontana dai fasti di “Quattro matrimoni e un funerale” e “Notting Hill“.

Nonostante la cifra elevata, per i produttori di “Due uomini e mezzo” si tratterebbe comunque di un risparmio, visto che Sheen richiedeva ben 3 milioni di dollari a episodio. Curiosamente anche Grant ha nel suo passato uno scandalo sessuale che aveva sollevato un gran polverone: nel 1995 era infatti stato arrestato a Los Angeles perché “beccato” in auto con una prostituta. Un più che degno sostituto di Charlie Sheen, quindi.