Golosi come un pasticcino: sono i profumi dolci, quelle fragranze dalle note gourmand – come la vaniglia, il caramello, lo zucchero filato e il cioccolato – che fanno venire l’acquolina in bocca. Un ventaglio illimitato di sfumature che regalano sensazioni cremose, morbide e rotonde.

Per un naso, le note gourmand sono le più difficili da lavorare mentre per il consumatore sono le più semplici da decodificare perché si rifanno al gusto (uno dei primi sensi a svilupparsi).

Leggi anche:  Profumi donna, le fragranze della primavera 2018 |  Profumi uomo, i best of della primavera 2018

Il rimando olfattivo ed emozionale di queste note verso ricordi felici e rassicuranti dell’infanzia è capace di suscitare un immediato impulso di simpatia fino a quel tocco capace di conferire una maliziosa sensualità.

Ecco i best of della redazione.

1. Lolita Lempicka

Creata dal naso Annick Menardo, nel 1997, la prima fragranza di Lolita Lempicka Eau de Parfum (conosciuto oggi come Le Premier Parfum) è floreale-fruttata-gourmand, fortemente caratterizzata dalla nota di liquirizia e da un fondo di praline dolci (40 euro circa).

2. Vanille Exquise di Annick Goutal

Omaggio al baccello di vaniglia, è stata lanciata nel 2004 da Camille Goutal e Isabelle Doyen: in testa, l’assoluta di vaniglia è accompagnata da mandorla e angelica. Nel cuore muschio bianco e benzoino lasciano spazio a un fondo di legni di guaiaco e di sandalo (110 euro circa).

3. Candy di Prada

È del 2011 la fragranza iper-femminile di Prada: in testa note floreali e talcate, nel cuore la raffinatezza dei muschi bianchi e la sensualità del benzoino. Il fondo è a base di goloso caramello  (60 euro circa)

4. Angel di Thierry Mugler

Considerato capostipite di un nuovo modo di intendere il profumo, Angel, del 1992, ha note fruttate, come il bergamotto e il melone che si miscelano con l’aroma dello zucchero filato. Nel cuore la dolcezza del miele e dei frutti di bosco è accompagnata da note floreali. Nel fondo gli aromi orientali del patchouli e della vaniglia incontrano la golosità del caramello e del cioccolato (100 euro circa).

5. La vie est belle di Lancôme

La nobiltà eterea, cipriata e dell’iris pallida di Firenze si sposa con una nota gourmand nella fragranza del 2012, creata da Olivier Ploge, Dominique Ropion e Anne Filipo. Nel cuore, fiori d’arancio, gelsomino sambac, tuberosa e nocciola (97 euro circa).

6. Flowerbomb by Viktor & Rolf

Un’esplosione floreale che debutta su accordi di tè e bergamotto e si sviluppa nel cuore con accordi soavi e voluttuosi dei fiori di gelsomino, arancio, orchidea catleya, fresia e rosa centifolia.  È una fragranza floreale gourmand avvolgente, caratterizzata da note fiorite, vanigliate e fruttate, racchiusa in un flacone tagliato a forma di diamante. È del 2005 (102 euro circa).

7. Dragée di Reminiscence

Le note delicate e sensuali, si accordano intorno al fiore di mandorlo e al fiore d’arancio, in un flacone bianco che ricorda un confetto. Lanciato nel 2012, fa parte della linea Les Notes Gourmands della maison francese (108 euro circa).

8. La Petite Robe Noire di Guerlain

È una fragranza costruita intorno alla rosa con ciliegia nera, mandorla, frutti rossi e bergamotto. Nel cuore, essenza di rosa bulgara e assoluta di rosa turca si uniscono a liquirizia e tè nero affumicato. In chiusura la Guerlinade, celebre firma olfattiva della maison, composta da fava tonka, vaniglia, iris e patchouli (70 euro circa).

9. Moschino Glamour

Fragranza fiorita e fruttata, ottenuta dal fiore di mandarino, dall’assenzio, dall’orchidea cattleya e dall’ibisco, con note leggere di ambra e legno cedro, irrorate dal profumo di muschio bianco. Lanciata sul mercato nel 2008 (70 euro circa).

10. Fracas di Robert Piguet

Il lancio di Fracas, che in francese letteralmente significa fracasso, è legato alla scandalosa collezione che Robert Piguet ha presentato nel 1948, suscitando scalpore per le idee audaci e sexy. La nota predominante di tuberosa è talmente intensa e identificabile da diventare un’elegante passione (170 euro).