Benessere psicofisico e alimentazione sono due cose che vanno a braccetto. L’alimentazione riveste infatti un’importanza fondamentale nell’economia dell’organismo, ed è per questo che una corretta dieta è il viatico del benessere. Seguiranno una serie di consigli, alcuni che potranno sembrare banali, altri meno, ma tutti ugualmente molto importanti.

I grassi sono importanti e contribuiscono molto nel benessere dell’organismo. È tuttavia fondamentale scegliere quelli giusti optando per i grassi insaturi, come ad esempio l’olio di oliva, e limitare quelli di tipo saturo come burro e margarina perché contengono molte calorie.

Bisogna scegliere i cerali di tipo integrale, come ad esempio il riso integrale, perché sono più ricchi di fibra, vitamina del gruppo B, magnesio, zinco e altre preziose sostanze nutritive.

Non tutti amano la frutta e soprattutto la verdura. Questi alimenti però non dovrebbero mai mancare in una dieta sana ed equilibrata, ed è per questo che si deve fare lo sforzo di introdurli nel piano alimentare, nella quantità minima di 4 porzioni. Il consiglio è quello di variare il tipo di frutta e di verdura assunta, optando per quella stagionale.

La carne è un’importantissima fonte di proteine, ma è anche una grossa fonte di grassi saturi, quindi deve essere usata con moderazione. Il consiglio è quello di alternare carne rossa con quella bianca, più leggera e meno calorica, e alternare la carne con il pesce.

Il latte è il compagno preferito nella colazione di tutti gli italiani. È l’alimento più completo e bilanciato presente in natura, ma deve essere usato con moderazione non superando la dose quotidiana di una tazza grande o due bicchieri piccoli. Sostituire il latte intero con uno parzialmente scremato è un modo per tagliare grassi nella dieta.

La grandezza delle porzioni non dovrebbe mai essere persa di vista, perché spesso, pur mangiando cibi sani, si eccede con le quantità. La buona regola da seguire è quella di mangiare un po’ di tutto.

Zucchero e dolcificanti devono essere usati con molta moderazione, qualsiasi sia la loro tipologia. Zucchero di canna, sciroppo di mais, zucchero di canna, zucchero bianco, miele, dolcificanti; sono tutti prodotti utilizzati quotidianamente per dolcificare cibi e bevande, ma non si deve mai dimenticare che forniscono molte calorie.

Il quantitativo di sale è un dato da monitorare con molta attenzione. Sia che si ha la pressione alta o meno, è giusta regola quella di non consumare più di 2300 mg di sale al giorno, quantitativo che corrisponde circa a un cucchiaino.

Il sapore del cibo è fondamentale per stimolare l’appetito, perché sappiamo che si mangia molto più volentieri se una pietanza è saporita e appetitosa. Per tenere sotto controllo le calorie è meglio utilizzare spezie ed erbe aromatiche. Il palato dovrebbe sempre essere appagato, quindi, è importantissimo per il benessere e per lo stato psico-fisico, mangiare quello che realmente piace. Se il cibo preferito è molto calorico, ridurne le quantità e confinarlo a un singolo giorno della settimana (magari nel week end), ma mai privarsene completamente: le rinunce non sono buone alleate del benessere.

Fonte: Eating Well.