Nessun periodo più delle feste natalizie porta davanti gli schermi televisivi e cinematografici bambini di tutte le età e adulti – ancora bimbi dentro – desiderosi di vivere e rivivere i momenti magici dei film e dei cartoni animati che coinvolgono, emozionano, fanno sognare e divertire.

Ecco le 20 pellicole per ragazzi più belle di sempre, in una personalissima classifica da discutere, modificare, stravolgere, aggiornare.

20 – Mrs. Doubtfire (1993). La commedia diretta da Chris Columbus, con Robin Williams, Sally Field e Pierce Brosnan, è ispirata al libro di Anne Fine, Un padre a ore, e ha ricevuto il Premio Oscar al miglior trucco 1994. Il film è spassoso e fiabesco grazie al tocco speciale dell’interpetazione di un irriconoscibile Williams.

19 – Up (2009). Un 78enne cinico, permaloso, testardo e solitario e uno scout di 8 anni molto coraggioso, vivace e un po’ maldestro: la coppia insolita protagonista del film d’animazione premio Oscar dà vita a una serie di gag indimenticabili e a un messaggio positivo per tutti.

18 -Festa in casa Muppet (1992). I colorati e divertenti pupazzi del Muppet Show in un’interpretazione fantastica insieme agli “umani” del racconto Canto di Natale di Charles Dickens: il protagonista, Ebenezer Scrooge, è interpretato dall’attore britannico Michael Caine.

17 – The LEGO Movie (2014). La sorpresa dell’anno: un film ironico, intelligente, con ritmi mozzafiato, un’avventura che vede protagonisti i coloratissimi mattoncini amati da generazioni di bambini.

16 – Il Castello errante di Howl (2004). Uno dei capolavori di Hayao Miyazaki. Il regista giapponese tra realtà dell’immagine e metafore offre una fenomenale panoramica su paesaggi e personaggi da sogno.

15 – Shrek (2001). Il film è una scossa nel mondo dei cartoni animati buoni e buonisti: il protagonista non è un bel principe, ma rutta e legge le favole seduto sulla tazza del bagno; la sua spalla, Ciuchino, è un asino petulante; la principessa adora mangiare i topi. Ironico e sorprendente fino alla fine.

14 – Il Canto di Natale di Topolino (1983). Di nuovo il Canto di Natale di Charles Dickens, tra le favole delle feste per eccellenza, declinata dalla Disney, con i personaggi più amati a interpretare la storia dell’avaro che si redime e diventa buono e generoso. Immagini e racconto deliziosi.

13 – I Goonies (1985). Un cult movie dei piccoli degli anni Ottanta capace di far sognare anche quando l’infanzia è passata: un gruppo di ragazzi trova una mappa del tesoro in soffitta e decide di cercare il famigerato tesoro nascosto. Per chi crede nell’amicizia.

12 – Mamma, ho perso l’aereo (1990). Che succede se un ragazzino pestifero resta a casa da solo durante il Natale perdendo l’aereo che porta la sua famiglia in vacanza? E se la sua casa è anche presa d’assalto da un paio di ladri pasticcioni? Le gag che rispondono a queste domande sono così efficaci che restano nella memoria alla prima visione.

11 – Willy Wonka e la Fabbrica di Cioccolato (1971). Cult movie per diverse generazioni, grazie anche ai ripetuti passaggi televisivi (specialmente sotto le festività natalizie) di cui è stato fatto oggetto nel corso degli anni. Il proprietario di una fabbrica di dolci bandisce un concorso, i cinque bambini che troveranno il biglietto d’oro nelle barrette di cioccolato da lui prodotte potranno entrare nella sua favolosa fabbrica per scoprirne i segreti. Favoloso e allegro.

10 – E.T. (1982). Tra i film che hanno incassato di più in assoluto al cinema: una fanta-fiaba senza tempo per grandi e piccini che commuove, emoziona e rivoluzione il genere della fantascienza grazie alla prima amicizia intergalattica tra un alieno dimenticato per errore sulla Terra e un bambino umano.

9 – Frozen (2013). Nuovo grande classico della Disney, è già entrato nel cuore del pubblico grazie alla bellezza dell’ambiantazione, studiata dal vivo in Norvegia dai disegnatori, alla colonna sonora e al motivo principale Let It Go, che ha vinto l’Oscar per la miglire canzone nel 2014, al racconto corale dei personaggi, tra cui spicca il simpatico pupazzo di neve vivente Olaf.

8 – Harry Potter e la Pietra Filosofale (2001). Il caso letterario della saga di Harry Potter si trasforma nel 2001 in una saga cinematografica altrettanto proficua, amata, seguita. Il primo film fa conoscere a tutto il mondo il maghetto nato dalla penna della scrittrice J. K. Rowling ed è amore a prima vista.

7 – The Nightmare Before Christmas (1993). Il film, diretto e ideato dal genio goticheggiante di Tim Burton, è realizzato in stop-motion, cioè usando dei pupazzi mossi a mano dagli animatori di fotogramma in fotogramma. Tra insoliti personaggi macabri e divertenti e musiche travolgenti, la pellicola non si dimentica.

6 – La storia infinita (1984). Ispirato al romanzo omonimo di Michael Ende, La storia infinita è una grande avventura metaforica che racconta la lotta contro il Nulla che avanza. I suoi protagonisti, da Atreyu al Fortunadrago, sono entrati a far parte dell’immaginario collettivo di intere generazioni.

5 – Fantasia (1940). Capolavoro Disney, girandola di musiche, colori, idee, figuri che non finiscono mai di stupire riguardando particolari e scene. Il film, unico nel suo genere, è composto da otto segmenti animati impostati su pezzi di musica classica, il critico musicale e compositore Deems Taylor agisce come Master of Ceremonies, introducendo ogni segmento in scene live action interstiziali.

4 – Il Mago di Oz (1939). Per il pubblico non c’è libro (Il meraviglioso mago di Oz, il primo dei quattordici libri di Oz dello scrittore statunitense L. Frank Baum, da cui è tratto il film) o riedizione che tenga: Il mago di Oz per tutti è la pellicola del 1939 diretta da Victor Fleming e Dorothy Gale, la protagonista, è Judy Garland in persona.

3 – Toy Story (1995). Il primo film completamente sviluppato in grafica computerizzata, diretto da John Lasseter, realizzato dalla Pixar e distribuito dalla Walt Disney Pictures. Toy Story ha rivoluzionato il modo di fare animazione, ha appassionato i bambini e divertito gli adulti, pieno com’è di riferimenti alla cultura di massa (i giocattoli stessi sono modelli realmente esistenti).

2 – Alice nel Paese delle Meraviglie (1951). Visionario, onirico, coloratissimo, il cartone animato mescola Alice nel paese delle meraviglie e Alice attraverso lo specchio di Lewis Carroll portando la protagonista in giro per il Paese delle Meraviglie alla scoperta di personaggi indimenticabili.

1 – Mary Poppins (1964). Chi non ha desiderato una tata come Mary Poppins, per rimettere la stanza in ordine schioccando le dita, saltare in un dipinto e visitare un mondo incantato fatto di cartoni animati, cantare sui tetti insieme agli spazzacamini? Allegria e canzoni ormai famosissime sono bilanciate da una sottile malinconia di fondo: praticamente perfetto.