Abbiamo visto come per la salute dei loro pargoli, le mamme usano sempre più di frequente Internet e Facebook. Nulla di cui stupirsi, dunque, se Randi Zuckerberg, sorella del più famoso Mark, fondatore del social network, ha usato il sito per raccogliere tutti i suggerimenti migliori per le neomamme come lei.

Madre del piccolo Asher da 9 settimane, la sorellona di Mister Facebook ha prima ringraziato i suoi amici e pubblicato (come resistere) la prima foto della sua creatura. Poi però ha avuto un’idea: in settimane di contatti, suggerimenti, messaggi in bacheca e privati, aveva raccolto moltissimo materiale. Una specie di summa di sapienza “artigianale” dell’essere mamma ai tempi odieni. Perché non condividerla?

“Dicono che i bambini hanno una scarsa visione durante le prime settimane, ma non solo loro. C’è voluto del tempo, ma finalmente ho capito che non ero da sola su Marte, dopo tutto. C’era gente lì con me – io non l’avevo vista!”

Così scrive la neomamma in un articolo nella sezione “mom” di Today, dove elenca i nove suggerimenti migliori che ha selezionato fra quelli ricevuti in questi mesi.

L’avventura era cominciata per caso, con un post disperato per un’improvvisa mastite, quando era da sola a casa senza il marito. Le migliaia di messaggi ricevuti, consulenze, sostegno morale, si rivelarono un aiuto concreto. E poi, a questo punto, non ha smesso più.

“Mi sento incredibilmente fortunata a essere madre in un momento in cui possiamo condividere consigli utili in modo semplice e veloce. Così mi piacerebbe restituire condividendo alcuni dei migliori che ho ricevuto.”

Ecco che cosa consiglia Randi.

1. Fare cose utili anche per sé

Ritagliare tempo da quello, sovrastante, dedicato al pargolo. Senza sensi di colpa, altrimenti è peggio: quando si crolla dal sonno si rimpiange non aver riposato quell’oretta in cui aveva riposato anche lui/lei.

2. Ricordate che voi e il vostro compagno siete una squadra

La giovani mamme, su Facebook, sono tutte d’accordo: portare pazienza e non frapporre il bambino tra voi e l’uomo di casa. C’è bisogno della sua collaborazione per sopravvivere. Non conviene isolarsi dentro un mondo esclusivo. Lo è già, molto esclusivo, essere mamma.

3. Abbracciate la vostra nuova vita

“Sii una ragazza col tuo bambino”, raccomanda una mamma a Randi. Divertirsi, accettare la nuova vita e anzi abbracciarla proprio dà il massimo della gioia. Un consiglio che danno molte? Portarselo sempre in giro, orgogliose.

4. Organizzatevi

Ai tempi dell’università non dimenticavate una lezione e non perdevate un appuntamento? Adesso scordatevi questa efficienza e cominciate a prendere appunti, fare liste, mettere assieme più cose per un viaggio anche breve. Altrimenti non ce la farete mai.

5. Riposate quanto potete

Bisogna accettare i nuovi tempi della giornata. Quando dormono non è il momento di lavare i piatti, è il momento di riposare anche voi. Un suggerimento di moda negli States: creare una sala giochi attigua alla cameretta, insonorizzata e infrangibile. Risparmia ansie e fa guadagnare un po’ di tempo prima che abbiano bisogno di voi.

6. Sia benedetta la consegna a domicilio

Grandi pacchi di pannollini, scorte di alimenti e salviettine: i servizi online di consegna permettono di risparmiare il 10-15% e non dovete uscire di casa. Pare fatto apposta per le mamme di bambini piccoli.

7. Fatevi aiutare

“Colpevolizza parenti e amici per costringerli a fare un po’ da babysitter” è uno dei commenti più divertenti e apprezzati nella lista. In effetti, farsi aiutare non è un fallimento, bisogna farsi furbe.

8. Adottare il metodo “tutte le altre notti

Se la divisione dei compiti, compreso le levate notturne, vi sta spezzando la schiena, proponete un’intera notte a dormire in cambio di altre notti future in cui ve ne occuperete voi. Alla fine, si guadagnano delle ore di sonno che vi sosterranno per un’intera settimana.

9. Godetevi l’esperienza

Le giornate di una neomamma sembrano non finire mai, ma le settimane volano. E in men che non si dica, invece della coccole, il vostro bambino vorrà la paghetta. La maternità è una delle esperienze più incredibili dell’essere umano. Vale la pena godersela.