Un progetto fotografico sorprendente quello di Red Methot, professionista canadese che ha voluto raccontare con i suoi scatti come crescono e cambiano nel tempo i bambini nati prematuri. Nella sua serie, che si intitola Les Premas“, sono immortalati tutti soggetti giovanissimi che tengono tra le mani quadri che incorniciano foto di loro stessi scattate nei primissimi attimi di vita, quando ancora erano ricoverati nei reparti di rianimazione pediatrica.

Galleria di immagini: Bimbi nati prematuri in un progetto fotografico

Le prime settimane di vita dei piccolo nati prematuri sono, in verità, le più difficili e sofferte, in quanto spesso i loro organi non sono ancora ben sviluppati e quindi è necessario sottoporli a controlli continui. Una recente indagine dei ricercatori della “Washington University School of Medicine” di St. Louis ha anche sottolineato che i bambini prematuri sono soggetti ad un rischio più elevato di soffrire di problemi neurologici e psichiatrici rispetto alla norma.

Con il suo progetto Methot ha, invece, voluto immortalare bambini sorridenti che hanno superato questa loro prima difficilissima fase delle vita uscendone più forti che mai, così come lui stesso ha spiegato:

“Volevo mostrare quanto grazie alle ultime tecnologie mediche i piccini prematuri possano diventare bambini sani e felici senza correre rischi o portare i segni della loro nascita prima del tempo“.