Superati i 65 anni di età, l’uomo entra nella cosiddetta fascia della “terza età“, e in quel preciso momento l’aver condotto una giovinezza fatta di abusi e sedentarietà può essere riscontrato con diverse patologie a carico di molti sistemi corporei, da quello osseo a quello cardiovascolare. Ma una buona dose di attività fisica regolare e adattata sia nell’adulto che nell’anziano può donare benefici anche in termini di longevità.

Infatti si mantengono efficienti tutte le funzioni corporee, si ritardano il più possibile gli eventi negativi del tempo e in generale si crea un cambiamento nello stile di vita con effetti positivi persino sul modo di pensare. Per quanto riguarda la prevenzione si possono limitare l’insorgenza di patologie come l’ipertensione, l’osteoporosi, il diabete, l’obesità, le varie cardiopatie e l’arteriosclerosi.

Inoltre l’anziano conserva l’autosufficienza e facendo corsi collettivi di ginnastica si stimolano il confronto e l’integrazione. Ovviamente fare attività fisica a una certa età deve risultare il più possibile proporzionato alle capacità motorie residue e deve comunque rispettare le caratteristiche fisiologiche della persona in questione, prendendo in esame eventuali patologie, ma di questo se ne occupano gli esperti.

Uno dei giovamenti del fare esercizio fisico, di cui si è tanto discusso in passato, è il potere del movimento nel proteggere gli anziani dal perdere le loro facoltà mentali e imbattersi in qualsiasi tipo di demenza, ovvero incorrere nelle aggravanti del morbo di Alzheimer: infatti, mantenere una vita attiva aiuta le signore a far restare in vita i neuroni, che molti non sanno essere delle cellule che non vengono sostituite dopo la loro morte.

Potrebbe bastare una lunga camminata o una corsetta leggera o una nuotata, a provocare benessere sia fisico che mentale. Naturalmente non bisogna eccedere con gli sforzi, innanzitutto bisogna sottoporsi a una visita medica sia con il medico di base che con il fisiatra se necessario, e insieme a loro esaminare le possibili attività motorie da praticare escludendo patologie che lo impediscano.

Sarà assicurato un piacevole riscoprirsi attivi grazie al verificare che le proprie capacità motorie sono ancora funzionanti, e così l’anziano avrà un invecchiamento sicuramente più lento e altrettanto più sereno, quindi spargete la voce, o bambini o adulti o anziani, non tralasciate la vostra salute e praticate tanto sport in base alle vostre possibilità fisiche.