Antonello Fassari, racconta la terza serie de I Cesaroni

Il famoso Cesare Cesaroni, in un’intervista a Tgcom durante la festa per i 60 anni di Topolino al Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, ha annunciato infatti un po’ di novità nella nuova serie della famosa fiction ambientata al quartiere della Garbatella a Roma.

Le nuove puntate non sono state ancora girate, ma già circolano notizie importanti sulla sceneggiatura. A partire dall’ormai certo abbandono di Elena Sofia Ricci, da lei stessa confermato in diverse interviste. Tuttavia è proprio Fassari ad aprire le porte ad un possibile ritorno:

La Ricci? Che io sappia torna nella quinta serie. È possibile che lei rientri, è tipico della famiglia.

Al posto della Ricci, un nuovo personaggio femminile. Si tratta di Barbara Tabita, 34 anni, siciliana, già nota per essere stata al fianco di Pieraccioni in Ti amo in tutte le lingue del mondo e in alcune fiction nostrane.

E per un matrimonio che finisce, quello tra Giulio (Amendola) e Lucia (Ricci), uno che inizia e che riguarda proprio Cesare Cesaroni (Fassari). E così l’oste più amato d’Italia, sposerà finalmente l’amata Pamela, ex prostituta dal cuore buono, e madre di Matilde, la bambina che Cesare ha cresciuto, dopo la finta morte di Pamela, nella scorsa serie. E a proposito delle “sue” nozze Fassari dice:

Dopo tutto il casino che ha fatto non me la faccio mica scappare così. E poi ho anche già una figlia, meglio di così non si può, avere una figlia già pronta. Matilde è già bella, pronta e scodellata come un prodotto da supermercato.

Infine Fassari non perde l’occasione per analizzare analogie e differenze tra I Cesaroni e le famiglie di oggi:

I Cesaroni raccontano un luogo, la famiglia, che è anche un contesto di scambio di idee, tradizioni, formazione. Una famiglia numerosa è la prima piazza in cui si discute, in cui si viene presi in giro e ci si deve confrontare con gli altri. Noi di una generazione fa eravamo molto meno irritabili e capricciosi “de sta manica” di figli unici di oggi.