Ad ogni stagione i suoi cibi. L’autunno, con il freddo che aumenta e le giornate che si accorciano, può spingere a ricercare un’alimentazione più grassa e a ridurre il movimento, con effetti disastrosi sulla linea. Ma in ogni stagione la natura ci offre dei cibi peculiari, che se scelti con metodo possono aiutare a dimagrire e a mantenersi in forma.

Tra gli alimenti che non possono mancare ogni giorno in tavola ci sono: la soia, le mandorle, l’avena e l’orzo. Tutti alimenti in grado di ridurre il colesterolo cattivo e mantenere il controllo del peso corporeo. Quali sono gli altri cibi di stagione che possono aiutare a ridurre i grassi e a dimagrire?

Tutte le varietà di mele contengono numerose vitamine e minerali ma le renette in particolare hanno un indice glicemico particolarmente basso che, combinato insieme a grandi quantità di fibre, acido ossalico e pectine, contrasta il tasso di trigliceridi nel sangue. Il consumo regolare di mele renette quindi, almeno 1 frutto al giorno, diminuisce l’assorbimento dei grassi e facilita il dimagrimento.

Via libera anche a tutti i cerali integrali, a frutta e verdura, pesce, carni bianche, uova, latte e latticini purché magri, olio extravergine d’oliva, olive e tè verde e legumi. Fagioli, lenticchie, ceci, soia, sono un’ottima fonte di proteine e fibre che non dovrebbe mancare nella nostra dieta autunnale.

I cibi da evitare sono invece quelli che contengono grassi idrogenati, i salumi e gli insaccati, i fritti, il burro e i formaggi stagionati, pane e pasta raffinati (non integrali) e i dolci. A proposito di dolci, sappiamo che sono gli zuccheri semplici ad aumentare la glicemia e quindi i lipidi che si trasformano in centimetri in più su cosce fianchi e addome.

Ma gli zuccheri semplici sono contenuti non solo nei dolci ma anche nel pane e nella pasta a farina bianca. Ecco perché ridurli o sostituirli con cibi integrali, insieme a una regolare attività fisica equivale a dimagrire.

In natura esiste poi un altro potente alleato della salute e della linea: l’aglio. Questo prezioso bulbo contiene infatti un principio attivo, l’allicina, che aiuta a prevenire infarto e ictus e abbassa i livelli di colesterolo cattivo nel sangue. Anche chi non ama il suo particolare sapore può assumerlo sotto forma di capsule.

I broccoli invece sono considerati gli spazzini delle arterie. Contengono moltissimo acido folico che è una vitamina capace di abbassare i livelli di omocisteina colpevole insieme al colesterolo di intasare le arterie. Mangiarli 3 volte a settimana, secondo le ultime ricerche, può dimezzare il rischio di sviluppare vari tipi di tumore in particolare dei polmoni e del colon.

In conclusione, sfruttare ciò che la natura regala e preferire i cibi di stagione aiuta a mantenersi sani e a perdere peso.

Fonte: TGCom.